Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Attraversamenti ciclo-pedonali 2010

Gli interventi si collocano all’interno di una politica di messa in sicurezza dei punti di maggior conflitto della rete stradale cittadina, caratterizzati da una incidentalità particolarmente elevata, per la compresenza di diverse componenti di traffico.
I quattro punti critici sono situati lungo corso Isonzo all’incrocio con via Cassoli, in corso Porta Mare in prossimità del Parco Massari, lungo corso Biagio Rossetti in prossimità dell’Ostello comunale, e in via Boccacanale di Santo Stefano nel punto di intersezione con la via Garibaldi.
Gli interventi in oggetto, per un importo complessivo di Euro 200.000 (di cui Euro 149.971,09 per lavori), riguardano la messa in sicurezza di attraversamenti pedonali in corrispondenza di intersezioni stradali o in corrispondenza di punti di attraversamento preferenziali lungo arterie caratterizzate da intenso traffico veicolare.

Gli obiettivi principali preposti alla progettazione degli attraversamenti sono:
1.Facilitare la permeabilità trasversale;
2.Garantire la continuità della rete pedonale costruita a scala urbana o di quartiere;
3.Avvisare l’automobilista della presenza di pedoni, evidenziando maggiormente i principali punti di attraversamento al fine di migliorarne la sicurezza;
4.Attenuare l’aspetto lineare della carreggiata sottolineandone i legami trasversali.

Le scelte progettuali tengono conto del Progetto di "Riqualificazione urbana di corso Biagio Rossetti e corso Porta Mare" redatto dalla U.O. di Progettazione Urbanistica nel 2004 nell’ambito del Piano Centro Storico e del percorso di educazione e partecipazione sviluppato con il Liceo Classico L. Ariosto in seguito all’adesione alla proposta dell’Assessore Regionale alla Mobilità e Trasporti che prevedeva la riqualificazione di percorsi sicuri casa-scuola da progettare con metodologie partecipative e da realizzare con cofinanziamento regionale assicurato dal Servizio Comunicazione ed Educazione alla sostenibilità (per le attività di progettazione partecipata) e dal Servizio Mobilità urbana e Trasporto locale (per la realizzazione delle opere).

I criteri progettuali assunti sono differenti a seconda dei punti in cui si interviene, studiando soluzioni adatte ai diversi contesti urbani e avendo cura di inserire elementi di ausilio per i non vedenti.

Come è ovvio la realizzazione di questo genere di interventi di moderazione del traffico, volti ad aumentare il livello di sicurezza delle diverse componenti di utenti della strada, riducendone la possibilità di conflitto, implica delle modifiche sostanziali rispetto al disegno originario della sede stradale: tali modifiche possono riguardare la diminuzione dell’offerta di stalli di sosta presenti su strada, l’incremento del livello di rumore e vibrazione prodotti dal traffico veicolare, nonché l’aumento dei costi di manutenzione legati al ripristino degli elementi di segnaletica e delle opere stradali.
Di seguito il dettaglio degli interventi:


Attraversamento lungo corso Porta Mare (Parco Massari)
Restringimento laterale della carreggiata
Questo tipo di soluzione migliora la sicurezza dell’attraversamento offrendo ai pedoni e agli automobilisti una migliorata capacità di individuazione visiva l’uno dell’altro. L’avanzamento del marciapiede permette di ridurre la larghezza di attraversamento pedonale (quindi il tempo di esposizione dei pedoni ai veicoli) e al contempo di diminuire la velocità degli stessi, compattandone le traiettorie. In prossimità delle strisce pedonali la pavimentazione stradale è realizzata in ciottolo naturale, con finitura tale da indurre i veicoli a ridurre ulteriormente la velocità; l’attraversamento è realizzato con altro materiale naturale con finitura ruvida (cubetti di porfido) tale da consentire una facile leggibilità del percorso a tutti gli utenti, disabili compresi.
L’incanalamento dei ciclisti dietro il salvagente di restringimento della carreggiata consente a questi ultimi di non venire “schiacciati” dai veicoli nel punto in cui la corsia è più stretta, garantendo loro maggiore confort e sicurezza.
Sono inoltre previsti una serie di stalli riservati a motocicli e ciclomotori in prossimità dell’accesso del Parco Massari.

» Scarica la - Tavola di progetto Porta Mare- Massari

Attraversamento lungo corso Biagio Rossetti (Ostello Comunale)
Attraversamento pedonale con isola spartitraffico
L’isola spartitraffico posta al centro dell’attraversamento pedonale contribuisce a migliorare la sicurezza dei pedoni sul passaggio pedonale. Essa consente di suddividere lo spazio di attraversamento in due parti, separando i due flussi di marcia contrapposti, (consentendo al pedone di concentrarsi attentamente su di una corsia alla volta) e di realizzare il riparo e la sosta dei pedoni. Inoltre l’isola spartitraffico permette di limitare la larghezza di ogni corsia ottenendo una notevole riduzione della velocità dei veicoli, aumentando quindi la sicurezza dei pedoni.
Questo intervento prevede infine la predisposizione di nuovi punti luce in corrispondenza dell’isola centrale rialzata, al fine di migliorare il livello di illuminazione e quindi il grado di visibilità e sicurezza.

» Scarica la - Tavola di progetto Biagio Rossetti-Ostello


Ultima modifica: 02-12-2011
REDAZIONE: Mappa Opere Comune di Ferrara
EMAIL: