Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > Guida ai Servizi > Assistenza sociale > Emergenza Coronavirus: Buoni Spesa
salta i contenuti principali a vai al menu

Emergenza Coronavirus: Buoni Spesa

BUONI SPESA PER FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’


» Elenco degli Esercizi convenzionati per i Buoni Spesa comunali 

 

» Buoni Spesa: domande e risposte

 


Come richiedere i buoni spesa comunali

Le richieste dei buoni spesa dovranno essere effettuate esclusivamente tramite telefono. Le richieste per i buoni spesa possono essere fatte fino al 24 aprile 2020.

L’orario di ricevimento delle telefonate è il seguente:
  • Lunedì 20 aprile dalle 9 alle 12
  • Martedì 21 aprile dalle 9 alle 12
  • Mercoledì 22 aprile dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17
  • Giovedì 23 aprile chiuso
  • Venerdì 24 aprile dalle 9 alle 12 (ultimo giorno)

Sono a disposizione i seguenti numeri di telefono:
  1. numero 0532/799505
  2. numero 0532/799515
  3. numero 0532/799511
  4. numero 0532/799504
  5. numero 0532/799730
  6. numero 0532/799590


Chi può chiedere i buoni spesa comunali

Per poter chiedere i buoni spesa occorre essere residenti nel Comune di Ferrara e avere:

  • la cittadinanza italiana o la cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea;
  • oppure la cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione Europea ma con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ai sensi della vigente normativa di settore; oppure la carta di soggiorno per familiare, comunitario o extra comunitario, di cittadino dell’Unione Europea.
I buoni spesa verranno consegnati prioritariamente a:
  • chi si trova in difficoltà per aver perso il lavoro senza poter godere di ammortizzatori sociali, i disoccupati per licenziamento, i lavoratori “precari”, i lavoratori stagionali, i lavoratori interinali, i lavoratori in cassa integrazione, ecc.);
  • i nuclei familiari monogenitoriali con figli a carico;
  • i nuclei familiari con presenza di componenti afflitti da gravi patologie o disabilità;
  • i nuclei familiari che si trovano momentaneamente in particolari condizioni di disagio economico per sospensione della loro attività professionale o imprenditoriale a causa dell’emergenza COVID-19.
Sino ad esaurimento delle risorse disponibili, potranno essere inseriti tra i destinatari dei buoni spesa anche famiglie che non rientrano tra le categorie indicate ma che sono bisognose di interventi di solidarietà alimentare.
Sono esclusi dal beneficio i percettori del reddito di cittadinanza, di REI o i titolari di trattamenti pensionistici.

I beneficiari individuati, a seconda delle singole necessità, riceveranno a domicilio i buoni spesa nominativi del valore nominale di 20 euro cadauno fino ad un massimo di 15 buoni al mese per famiglia, che dovranno essere spesi presso gli esercizi commerciali convenzionati entro il 31/05/2020.


Dove comprare con i buoni spesa comunali

I buoni spesa sono utilizzabili esclusivamente per l’acquisto di prodotti alimentari o prodotti di prima necessità negli esercizi commerciali convenzionati con il Comune.

» Consultare la pagina Esercizi convenzionati per i Buoni Spesa comunali per l'elenco aggionato.

L’elenco degli esercizi commerciali convenzionati sarà fornito ai beneficiari dei buoni spesa. Gli esercizi commerciali convenzionati esporranno una locandina.
Il punto vendita convenzionato con il Comune verificherà l’identità di coloro che utilizzano il buono spesa; pertanto, il beneficiario dovrà presentarsi presso il punto vendita munito di un documento d’identità e del buono spesa.


Quali prodotti acquistare con i buoni spesa comunali

I buoni spesa servono esclusivamente per l'acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità, con divieto di acquisto di alcolici, superalcolici e di tutte le tipologie
di merce non alimentare.



 

Per gli esercenti

  • I buoni spesa sono in tagli da 20 euro ciascuno. Pertanto hanno un valore nominale da 20 euro ciascuno.
  • I buoni spesa sono nominativi. E’ riportato sul fronte del buono spesa il nome e cognome del beneficiario. Vi chiediamo, quindi, di accertare l’identità del beneficiario prima del ritiro del buono spesa in originale.
  • I buoni spesa sono cumulabili.
  • I buoni spesa non consentono “resti” in denaro.
  • I buoni spesa sono spendibili esclusivamente negli esercizi commerciali convenzionati con il Comune.
  • I buoni spesa hanno un timbro a secco anticontraffazione posizionato sulla firma del Sindaco. Vi preghiamo di controllare sul retro il buono spesa prima del ritiro.
  • I buoni spesa vanno ritirati dall’esercente in originale.
  • Con i buoni spesa si possono acquistare solo prodotti alimentari e prodotti di prima necessità (per es. prodotti per l'igiene personale).
  • I buoni spesa vanno spesi entro il 31 maggio 2020.
  • All’atto dell’accettazione del buono spesa l’esercente emetterà lo scontrino fiscale.
  • L’esercente emetterà a fine mese una nota al Comune per il rimborso dei buoni spesa ricevuti in originale (non servono scontrini o fatture), riconsegnando al Comune i buoni spesa utilizzati dai beneficiari.
Ultima modifica: 22-10-2020
REDAZIONE:
EMAIL: