Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Protocollo regolamentare

Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo
PROTOCOLLO REGOLAMENTARE PER L'ORGANIZZAZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI VIGILANZA SUI LOCALI DI PUBBLICO SPETTACOLO.

OGGETTO

Il presente protocollo, disciplina l'istituzione ed il funzionamento della commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo (CCVLPS) di cui all'art. 141-bis del R.D. 06/05/1940, n. 635, come introdotto dal D.P.R. 28 maggio 2001, n. 311.
La Commissione Comunale rilascia parere per l'applicazione dell'art. 80 T.U.L.P.S.

Per i locali e gli impianti con capienza complessiva pari o inferiore a 200 persone, le verifiche e gli accertamenti previsti sono sostituiti, ferme restando le disposizioni sanitarie e di prevenzione incendi vigenti, da una relazione tecnica di un professionista iscritto all'albo degli ingegneri, o all'albo dei geometri, o all'albo degli architetti o all'albo dei periti industriali che attesti la rispondenza del locale o dell'impianto alle regole tecniche stabilite con decreto del Ministro dell'Interno.

RUOLO, NOMINA E COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE
La Commissione Comunale di Vigilanza è nominata dal Sindaco con proprio atto. E' un collegio perfetto e pertanto emette un parere scritto adottato con l'intervento di tutti i componenti.
I componenti che rendono perfetto il collegio sono quelli elencati nel capitolo 141 bis Regolamento TULPS dalla lettera a) alla lettera f), e cioè:

a) Sindaco o suo delegato, che lo presiede;
b) Comandante del Corpo di polizia municipale o suo delegato;
c) Dirigente medico dell'organo sanitario pubblico di base competente per territorio o un Medico dallo stesso delegato;
d) Dirigente dell'ufficio tecnico comunale o suo delegato;
e) Comandante provinciale dei Vigili del fuoco o suo delegato;
f) Esperto in elettrotecnica.


Il Presidente della Commissione valuterà di volta in volta la necessità di aggregare alla Commissione stessa un esperto in altra disciplina tecnica, in relazione alle dotazioni tecnologiche del locale o impianto da verificare. In caso di assenza di anche uno solo di tali componenti, la Commissione non può rilasciare alcun parere.
In caso di assenza, invece, di uno dei componenti della Commissione che ne fanno parte a seguito di loro richiesta (rappresentanti esercenti locali e/o rappresentanti sindacali dei lavoratori, ecc.) la Commissione è regolarmente convocata ed il parere emesso valido a tutti gli effetti.
La competenza della Commissione in materia di emissione acustica riguarda esclusivamente la tutela del pubblico partecipante alla manifestazione di pubblico spettacolo.

Il Dirigente del Servizio Attività Produttive Commercio e Turismo, individua con proprio atto un dipendente comunale competente in materia che svolge le funzioni di segreteria della Commissione.

CONVOCAZIONE
La Commissione è convocata dal Presidente con avviso scritto anche a mezzo fax ed il membro titolare in caso di impossibilità ad intervenire dovrà informare ed incaricare il proprio supplente nominato a partecipare.

L'avviso sarà inviato a cura del segretario a tutti i componenti effettivi della Commissione almeno sette giorni prima della data prevista per la riunione, (salvo casi d'urgenza), ed in esso saranno indicati il giorno, ora e luogo della riunione e gli argomenti da trattare.

La Commissione si riunisce settimanalmente di norma il martedì alle ore 9,30 per la valutazione della documentazione allegata alle varie pratiche pervenute.

La data della riunione è comunicata nelle forme e nei tempi ritenuti più idonei anche al destinatario del provvedimento finale che, qualora la Commissione lo ritenga utile, potrà essere ammesso a fornire eventuali chiarimenti direttamente o tramite proprio rappresentante.

Il Presidente infine, può convocare la Commissione anche per programmare i controlli di cui alla lett. e) dell'art. 141 Reg. TULPS, con le modalità previste dal comma 8° dell'art. 141 bis Reg. TULPS.

LUOGO DELLE RIUNIONI, PARERI E VERBALI DELLE SEDUTE
Le riunioni della Commissione si svolgono presso la sede comunale e nei luoghi indicati, di volta in volta, dal Presidente nell'avviso di convocazione.
Il parere della Commissione è reso in forma scritta ed è adottato con l'intervento di tutti i componenti.
Il segretario della Commissione provvede a redigere verbale con i pareri resi anche in forma sintetica; lo stesso dovrà essere firmato da tutti i componenti presenti.
Ogni componente ha diritto di far inserire a verbale le proprie osservazioni ed ogni altra dichiarazione che ritenga utile.

RICHIESTA DI INTERVENTO DELLA COMMISSIONE
La Commissione interviene a seguito di richiesta in bollo, diretta al Sindaco per l'ottenimento dell'autorizzazione di cui all'art. 80 del T.U.L.P.S.
La suddetta richiesta deve essere regolare e completa della documentazione (in duplice copia) necessaria alla valutazione della pratica e deve essere presentata al Comune:
A) Richiesta di parere su progetto (o fattibilità) - almeno venti giorni prima della data per la quale il parere viene richiesto, qualora si tratti di istanza di valutazione della documentazione per parere preventivo di fattibilità (progetti di nuova realizzazione o di ristrutturazione di locali di pubblico spettacolo);
B) Sopralluogo di verifica di agibilità - almeno trenta giorni prima della data di effettuazione del sopralluogo di verifica al termine dei lavori di nuova realizzazione o ristrutturazione dei locali di pubblico spettacolo;
C) Richiesta di agibilita' temporanea - almeno quindici giorni prima dello svolgimento, in caso di verifica di agibilità, di manifestazioni a carattere temporaneo (concerti, installazione circhi, spettacoli viaggianti, sagre, ecc.)

Dopo la disamina con esito favorevole della documentazione da parte della Commissione, verrà effettuato un sopralluogo presso il locale e/o impianto e pertanto la Commissione sarà di nuovo convocata.

Le spese sostenute per l'effettuazione di tutte le ispezioni sono a carico del conduttore del locale e/o impianto da adibirsi a pubblico spettacolo e/o dell'organizzatore della manifestazione.

Ai sopralluoghi di verifica della Commissione può partecipare il richiedente anche mediante proprio rappresentante e presentare memorie e documenti.

 
Ultima modifica: 30-03-2020
REDAZIONE: Commissione Comunale di Vigilanza
EMAIL: a.marzola@comune.fe.it