Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Gli interventi realizzati nel 2014

Beni Monumentali, PSA, Mura

Il recupero del Centro Storico: la nuova Piazza Trento Trieste.
La riqualificazione di piazza Trento TriesteIl Programma Speciale d'Area del Centro Storico ha, grazie all'intervento finanziario della Regione Emilia Romagna e del Comune di Ferrara, permesso una complessiva riqualificazione e contribuito a rendere il centro storico di Ferrara sempre più bello, accessibile, vivibile. Sono stati realizzati, ad oggi, interventi per oltre 14 milioni di euro (cofinanziati al 50% dalla Regione) che hanno permesso, nel corso degli ultimi sei anni, la riqualificazione di comparti come quello di via Bersaglieri del Po o di corso Martiri della Libertà, interventi di potenziamento dell'illuminazione o di illuminazione artistica di palazzi e monumenti, il recupero di palazzi (come Palazzo Municipale).
Nel corso del 2014: si è concluso l'intervento di riqualificazione di Galleria Matteotti, tramite il totale rifacimento della pavimentazione interna ed esterna della galleria (oltre 1600 metri quadrati) e dei relativi sottofondi; si è portato a termine l'intervento di riqualificazione di Piazza Trento Trieste (iniziato nel settembre 2013 con il rifacimento dei sottoservizi), con il quale l'immagine della piazza principale della città di Ferrara è stata completamente ridisegnata in funzione della valorizzazione del Listone.



Il cantiere di Casa MinerbiGli interventi alle Mura e al patrimonio monumentale.
Il cantiere di Casa Minerbi, condotto dalla Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici e realizzato anche grazie a un cofinanziamento del Comune di Ferrara (pari a 520mila euro), è entrato quest'anno nel vivo, e la sua conclusione è prevista nel primo semestre del 2015. Un intervento (del costo complessivo di 1,52 milioni di euro) che restituirà alla città un nuovo spazio, e che consentirà di poter ammirare gli affreschi trecenteschi della sala dei Vizi e delle Virtù. Tra gli altri interventi realizzati durante l'anno per la riqualificazione del patrimonio monumentale cittadino segnaliamo: il secondo stralcio di adeguamento del Museo di Storia Naturale, l'adeguamento impiantistico realizzato al Torrione di San Giovanni sede del JazzClub, l'ulteriore recupero di spazi ai magazzini ex AMGA nell'ambito del progetto di sostegno alla creatività giovanile denominato il Teatro delle Mura. Inoltre si sono conclusi gli stralci di interventi di manutenzione straordinaria alle Mura Estensi, finanziati con i fondi dell'8x1000, che hanno in modo particolare interessato la zona sud della cinta muraria cittadina (Barbacane di San Giorgio e Baluardo di San Paolo).


L'ex Mof di corso IsonzoProsegue il programma di interventi di recupero post sisma.
Con l'apertura delle scuole Mosti e Aquilone si è conclusa la prima fase di interventi di recupero post sisma, che ha visto il Comune di Ferrara impegnato nella realizzazione di interventi per quasi 14 milioni di euro, e contemporaneamente, nel corso del 2014, si è avviata la fase di progettazione degli interventi previsti nel Programma regionale delle opere pubbliche e dei monumenti colpiti dal sisma: investimenti che vedono il Comune di Ferrara come stazione appaltante per oltre 35 milioni di euro. Gli interventi prevedono il recupero di Palazzi e uffici comunali (quali ad esempio Palazzo Municipale o gli uffici del complesso di San Paolo), Musei e Biblioteche (tra gli altri Palazzo Massari, Palazzo Schifanoia e Palazzo dei Diamanti), Chiese (quali il recupero di San Cristoforo e della zona della Certosa ancora inagibile), recupero di edifici dismessi (l'ex Mof di corso Isonzo, futura sede dell'Urban Center in collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Ferrara; Casa Niccolini, futura sede della sezione ragazzi della Biblioteca Ariostea; Porta Paola, futura sede del Centro di Documentazione delle Mura; Torre dell'Orologio, futura sede dell'Ente Palio di Ferrara). Tutti i progetti preliminari sono stati presentati alla Regione per il vaglio tecnico e finanziario, e, nel corso del 2015, si passerà alla progettazione definitiva e alla messa in gara degli interventi.



Edilizia
La riapertura della primaria Ercole Mosti Dopo il sisma riaperte la Mosti e l'Aquilone.
Come dicevamo, con l'apertura della primaria Ercole Mosti (il 15 settembre, in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico) e della nuova scuola materna Aquilone (il 13 ottobre, dopo la visita al cantiere fatta qualche giorno prima dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi), si è conclusa la prima fase di interventi di recupero post sisma. Nel recupero post sisma dell'edilizia scolastica il Comune di Ferrara ha investito quasi 6,5 milioni di euro: 1,53 milioni di euro per il recupero della primaria Ercole Mosti (con la messa in sicurezza della scuola, che ha permesso di realizzare 10 nuove aule, spazi per laboratori, palestra e mensa) e 1,85 milioni di euro per la realizzazione della nuova scuola materna Aquilone (una scuola nuova, sicura, accessibile, sostenibile, con quattro sezioni con relativi dormitori e spazi comuni per le attività didattiche, capace di ospitare oltre 100 bambini).






il nuovo Tecnopolo4,2 milioni di euro in edilizia scolastica. Aperto il nuovo Tecnopolo.
Ma il 2014 non è stato solo l'anno, sul fronte dell'edilizia scolastica della riapertura di Mosti e Aquilone: si sono conclusi i lavori che hanno permesso la riapertura a settembre della scuola d'infanzia Le Margherite di Boara; i lavori per gli adeguamenti funzionali alla prevenzione incendi nei nidi Rampari, Cavallari, Trenino e alla secondaria di Cona; la sistemazione delle coperture nelle scuole primarie di Pontegradella, Tumiati e Doro; la sostituzione dell'impianto idrotermosanitario al nido Le Girandole; il rifacimento della pavimentazione della palestra del Carmine della Sala di Pontelagoscuro. Nel mese di marzo, invece, è stato aperto il nuovo Tecnopolo universitario-TekneHub di Ferrara, realizzato con i fondi della Regione Emilia Romagna e del Comune di Ferrara (2,6 milioni di euro, con un contributo regionale di 1,82 milioni di euro), dotato di laboratori e centri di ricerca con lo scopo di offrire supporto e servizi alle piccole e medie imprese connesse al recupero, al restauro e alla valorizzazione del patrimonio culturale.







La nuova piscina scoperta di via Beethoven Edilizia sociale, sportiva e culturale.
A fianco degli interventi in edilizia scolastica, nel corso del 2014 sono partiti e si sono conclusi importanti e numerosi interventi nel campo dell'edilizia sociale, sportiva e culturale: la partenza dell'intervento, realizzato da ACER, per la realizzazione in via Bianchi di 43 nuovi alloggi in locazione permanente, con un investimento di 4,8 milioni di euro cofinanziato da Regione a Emilia Romagna con 3,4 milioni di euro; la riqualificazione dei centri sociali di Boara e Corlo; l'apertura dei nuovi punti anagrafici in via Putinati e a Boara; la conclusione del project financing della nuova piscina di via Beethoven, con l'apertura della nuova vasca scoperta di circa 500 mq e dell'estivo; la nuova illuminazione a led dello Stadio comunale Paolo Mazza con investimento di 400mila euro; la costruzione dei nuovi spogliatoi della Società calcistica Unione di San Bartolomeo in Bosco (110mila euro di investimento); la nuova pavimentazione della palestra scolastica di Pontelagoscuro (40mila euro); l'inaugurazione della nuova palestra della scherma realizzata in collaborazione con l'Accademia Bernardi; la nuova biblioteca del Centro Documentazione Donna e i lavori di riqualificazione della Casa delle Donne di via Terranova.



Infrastrutture, Verde, Mobilità
La manutenzione delle stradeStrade. Marciapiedi. Segnaletica.
Questi i numeri degli interventi realizzati nel corso del 2014: più di 70 strade asfaltate; attivati cinque contenitori di manutenzione strade e uno di manutenzione dei marciapiedi; interventi in strade e vie del centro storico con materiale lapideo (tra gli altri Piazzale Medaglie d'Oro, Largo Castello, via Salinguerra e via Fossato dei Buoi); 846mila ml di segnaletica; altri 44mila mq di segnaletica (attraversamenti pedonali, isole di traffico, rallentatori ottici, ecc.); oltre 900 marker stradali, proseguendo la sperimentazione con nuovi impianti di segnaletica stradale a led; rifacimento di 339 aree di carico e scarico, 636 aree di sosta per disabili e 535 fermate del trasporto pubblico; nuovi attraversamenti rialzati e protetti. Per un totale di oltre 6 milioni di euro investiti nella manutenzione della rete viaria del territorio.




La nuova piazza RevedinPubblica illuminazione. Aree verdi. Interventi alle reti.
Numerosi gli interventi anche sul fronte della riqualificazione e del potenziamento del servizio di pubblica illuminazione cittadino: a fianco degli interventi programmati nel PSA (nuova illuminazione di piazza Trento Trieste, illuminazione artistica della Cattedrale, illuminazione di via Cortevecchia), durante il 2014 sono proseguiti gli interventi di adeguamento impiantistico e di risparmio energetico, ad esempio, nel comparto di via Marconi, di via Coronella a Chiesuol del Fosso, delle vie Sogari-Suore-del Gambero, a Marrara e ad Albarea, per un totale di quasi 400 punti luce interessati. Sono stati inoltre sostituiti 206 sostegni ammalorati. 400 nuovi alberi sono stati piantumati e 20 aree verdi attrezzate con nuovi giochi e arredi: segnaliamo inoltre i progetti di cittadinanza attiva avviati in diverse scuole d'infanzia della città, quali i progetti realizzati Giardino in Movimento alla Casa del Bambino, Giardino dei Cavalli Rossi al nido Giardino o il progetto Ricostruiamo l'Aquilone alla nuova scuola materna Aquilone. Infine è stata realizzata una nuova area di sgambamento cani nel parco di via Gavioli-Sauro. Hera SpA, in accordo con il Comune e Atersir, ha investito nel territorio di Ferrara 8,1 milioni di euro per l'ammodernamento delle reti nel corso del 2014: quasi 4 milioni di euro nel ciclo idrico, 1,3 milioni di euro nel settore del teleriscaldamento e 2,8 milioni di euro nel settore gas. Tra gli interventi maggiormente rilevanti ricordiamo: il nuovo depuratore di Gaibanella, che servirà i centri abitati di Gaibanella, San Bartolomeo e Sant'Egidio e che ha visto una spesa di circa 1 milione di euro; il completamento del nuovo impianto fognario di Boara con il collegamento al depuratore di Ferrara (circa 750mila euro di investimento) che sarà operativo a inizio 2015; la sostituzione della rete gas nei comparti Arianuova, Foro Boario, via Ghiara.


Attenzione alle frazioni: riqualificazione area Revedin, nuova Piazza Buozzi, nuove ciclabili.
Non solo Centro Storico, ma anche interventi di riqualificazione nelle frazioni e di collegamento con la città. A fianco degli interventi alle reti o di edilizia pubblica sopra riportati nel corso del 2014: sono state completamente riqualificate strade (quali, ad esempio via Lampone a Montalbano o via Polina a San Martino) che da anni, a causa di contenziosi sulla proprietà, erano fortemente ammalorate; è stata realizzata la nuova piazza-parcheggio in via Bologna nella zona Revedin, riqualificando il piazzale di 1500 mq, realizzando un parcheggio per 70 posti auto ma utilizzabile anche come piazza in caso di manifestazioni o mercati per una spesa complessiva di 400mila euro; il 15 novembre è stata inaugurata la nuova piazza Bruno Buozzi, e, dopo un'attesa durata anni, finalmente Pontelagoscuro ha oggi un vero luogo di aggregazione sociale a fruizione pedonale. A questo primo lotto, dal costo di 780mila euro, ne seguirà un secondo che interesserà la parte di piazza antistante la scuola d'infanzia Braghini-Rossetti. Sono stati realizzati, o sono in corso di realizzazione, anche nuovi percorsi ciclo-pedonali per aumentare la sicurezza (in modo l'articolare nelle vicinanze degli istituti scolastici) e per collegare frazioni e quartieri: ricordiamo gli interventi realizzati in via Grillenzoni, in via Giovanni XXIII, via Borgo Punta, via don Zanardi, via Portogallo, via Bentivoglio, via Monte Oliveto, via Rabbiosa, via Elsa Morante; sono in corso i lavori per la nuova ciclabile di via Mari-Caretti-Francia, realizzata con un cofinanziamento della Regione Emilia Romagna; e sono inoltre in fase di appalto i lavori per il completamento della ciclabile di via Calzolai e per un nuovo tratto di pista ciclabile lungo la via Bologna.


Il nuovo parcheggio nella ex Cavallerizza di via PalestroParcheggi. InfoMobilità. Zona30 in Ztl. MiMuovo elettrico.
Nel corso del 2014 sono state installate 4 nuove colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (via Felisatti, parcheggio via del Lavoro, via Kennedy e corso Biagio Rossetti) che hanno completato la dotazione cittadina e permesso di concludere il progetto MiMuovo Elettrico avviato nel 2013 in collaborazione con Regione Emilia Romagna e Enel. Tutta la Ztl cittadina è diventata zona30, realizzando una delle più estese e continue zone30 in Italia. È partito il progetto GIM, Gestione Informata della Mobilità nel trasporto pubblico cittadino, con informazioni in tempo reale sull'arrivo dei bus alle fermate. Infine, sul fronte dei parcheggi cittadini, due importanti novità: l'apertura, dal 22 novembre, del nuovo parcheggio Cavallerizza di via Palestro (50 nuovi posti auto, e il recupero di un'area degradata nel pieno centro città); l'avvio della collaborazione con Telepass che proprio a Ferrara sperimenta l'applicazione Pyng, per il pagamento con il telefonino della sosta su strisce blu.


L'apertura del primo tratto della Tangenziale OvestApre la Tangenziale Ovest.
Il 2014 degli investimenti in opere pubbliche si è concluso con l'apertura, lo scorso 18 dicembre, del primo tratto della nuova Tangenziale Ovest. Un intervento, realizzato da Anas e fortemente voluto dal Comune di Ferrara, che oggi consente di collegare (e di percorrere in massimo cinque minuti!) via Modena con via Beethoven, e che, con il completamento il prossimo anno dell'intervento, consentirà un collegamento diretto con il casello autostradale di Ferrara Sud. Parallelamente all'apertura del primo tratto sono infatti attualmente in corso i lavori per la realizzazione dei rilevati, dell'asfaltatura e della posa delle travi dei viadotti nel tratto Fiera Ferrara-Casello Ferrara Sud.








Visualizza Cantieri conclusi 2014 in una mappa di dimensioni maggiori

Per consultare il dettaglio dei cantieri clicca sulla mappa interattiva oppure visualizza Cantieri conclusi e in corso 2014 in una mappa di dimensioni maggiori.
Ultima modifica: 04-10-2016
REDAZIONE: Mappa Opere del Comune
EMAIL: