Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Gli interventi realizzati nel biennio 2009-2010

Beni Monumentali, PSA, Mura

corso Martiri della Libertà a lavori conclusiIl Programma Speciale d'Area del Centro Storico: Corso Martiri e Palazzo Municipale.
Destinato a cambiare il volto del Centro Storico di Ferrara, il Programma Speciale d'Area, sottoscritto alla fine della passata legislatura e cofinanziato dalla Regione, nel biennio 2009-10 è entrato nel vivo. Il principale intervento realizzato è stato la riqualificazione nel 2010 di Corso Martiri della Libertà (1,65 milioni euro), con interventi sui marciapiedi, la copertura stradale e la pubblica illuminazione, tutto questo dopo aver rinnovato gli impianti e i sottoservizi (fognature, acqua, ecc.) anche con metodologie innovative. Un intervento che ha reso il corso principale del Centro Storico ferrarese più bello e fruibile. Sempre in questo biennio si è concluso il restauro e la valorizzazione dell'ala sud di Palazzo Municipale (0,55 milioni euro, con il restauro e la riqualificazione degli uffici al piano nobile dell’ala sud della Residenza Municipale, tramite il recupero e la valorizzazione dal punto di vista storico di ambienti ed uffici in cattivo stato manutentivo da anni trascurati), e la riqualificazione dell'ala nord e dello Scalone Municipale (0,5 milioni euro, un intervento caratterizzato dalla revisione del manto del tetto, il restauro della facciata sul versante del giardino delle Duchesse con la rimozione di elementi ritenuti incongrui - aperture, canne fumarie o prese d'aria -, la pulitura e il restauro delle colonne e il ridisegno di porzioni di archi per recuperare la lettura del loggiato preesistente e infine la pulitura della muratura a vista; nel prospetto affacciato su piazza Municipale si è invece proceduto alla riapertura di alcune finestre trilobate e alla tinteggiatura, che ha interessato anche lo scalone municipale. La risistemazione del complesso ha inoltre permesso, al piano nobile del Palazzo, il rinvenimento di affreschi, fregi decorativi e soffitti decorati, destinati a divenire successivamente oggetto di studio). Sempre nell'ambito del PSA, è stata realizzata la riqualificazione dell'area adiacente ai ruderi della chiesa di Sant'Andrea, in via Camposabbionario. Inoltre per riqualificare e rendere maggiormente accessibile il Centro Storico, si sono realizzati due significativi interventi: la realizzazione di quattro nuove isole ecologiche interrate (in Largo Castello, piazzetta Lucchesi, via Ghiara e Contrada della Rosa) che si aggiungono alle altre quattro già attivate nella precedente legislatura; la realizzazione di sette nuovi passaggi pedonali acustici in Centro Storico, che vanno ad allungare l'elenco dei semafori cittadini con dispositivi per non vedenti.

i Magazzini Generali di via DarsenaMagazzini Generali. Baluardo della Fortezza. Palazzo Paradiso.
Rilevanti anche gli interventi realizzati nel biennio 2009-10 sul fronte dei Beni Monumentali. Accanto alla manutenzione ordinaria del patrimonio monumentale del Comune, questi sono stati i principali interventi: la conclusione del recupero del piano terra dei Magazzini Generali di via Darsena (1,2 milioni euro), con la ridefinizione della conformazione e della distribuzione degli spazi interni per adibire gli stessi ad aree culturali e ricreative per giovani; l'intervento al Baluardo di Santa Maria della Fortezza, con la ricostruzione del paramento murario secondo le sue forme originarie, tramite una fase iniziale di scavo del terreno e una successiva di costruzione della muratura in mattoni; la nuova illuminazione della Sala Azzurra e della Scalinata di Palazzo Paradiso, per valorizzare gli elementi architettonici e decorativi degli ambienti, con lampade a ridotto impatto visivo e di facile manutenzione; dopo l'ultimazione nel settembre 2007 dell'importante cantiere di restauro che ha restituito al pubblico il Tempio di San Cristoforo nel suo splendore, si è infine completato il complesso lavoro di rialloggiamento del coro ligneo che decorava l'abside della chiesa.


Edilizia

l'inaugurazione della scuola di QuartesanaPiù di 3 milioni di euro per interventi nelle scuole del territorio.
Una delle scelte che ha caratterizzato il lavoro della Giunta Tagliani è stata quella di riservare importanti risorse (pur nel generale calo degli investimenti imposto dal rispetto del Patto di Stabilità) per il miglioramento dell'edilizia scolastica. Una scelta fatta fin dal primo biennio di legislatura, con oltre 3 milioni di euro investiti nella manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio scolastico comunale. Questi alcuni degli interventi realizzati nelle 23 scuole: materna Satellite (125.000 euro per il rifacimento dell'impianto elettrico); nido Leopardi (150.000 euro per la nuova copertura e pavimentazione); primaria San Bartolomeo (350.000 euro per il coperto e accessibilità); materna Fossanova (150.000 euro per il nuovo coperto); elementare Quartesana (450.000 euro per interventi prevenzione incendi e antisismica); media Tasso (250.000 euro per interventi relativi alla prevenzione incendi); materna Montolfiera (75.000 euro per il miglioramento delle condizioni di sicurezza della scuola); materna Jovine (70.000 euro per il rifacimento dell'impianto elettrico); nido Girasoli (70.000 euro per il rifacimento dell'impianto idrotermosanitario).

La prima di quattro nuove scuole, la materna Bianca Merletti.
Nel settembre 2010 è stata aperta la nuova sede della scuola materna Bianca Merletti in via Galilei, la prima di quattro nuove scuole che saranno realizzate e aperte in questa legislatura. I lavori, che hanno permesso l'apertura di tre nuove sezioni di materna statale, hanno previsto il rimaneggiamento del coperto, mediante la realizzazione di nuova impermeabilizzazione e coibentazione, il rifacimento di tutti i servizi igienici e relativi impianti, il rifacimento completo dell'impianto elettrico, la sostituzione di alcune porte di accesso alla scuola, e l'installazione di un elevatore per il superamento delle barriere architettoniche, nonché la tinteggiatura di tutti i locali.

la nuova sede della Medicina dello SportStadio, Palasport e il nuovo Centro della Medicina dello Sport.
Inaugurato alla presenza del Ministro della Salute, il nuovo Centro della Medicina dello Sport, realizzato presso il Motovelodromo cittadino, si presenta come una struttura sanitaria di altissimo livello, unica in Regione per dimensioni e qualità delle prestazioni offerte. Un progetto (costato 1,5 milioni di euro e realizzato grazie alla partecipazione di Comune, Fondazione Carife e ASL di Ferrara) che ha inoltre permesso di riqualificare un'area già a vocazione fortemente sportiva. Accanto alla realizzazione del Centro, infatti, si è provveduto alla riqualificazione dell'area esterna, con il tombinamento del canale Gramicia, la realizzazione di una pista ciclabile, la sistemazione delle aree esterne al complesso sportivo Fausto Coppi (costo dell'intervento 760.000 euro). Nel biennio 2009-10 si sono inoltre completati gli interventi di messa in sicurezza e di adeguamento dei due principali impianti sportivi della città: lo Stadio e il Palasport. Per lo Stadio Paolo Mazza l'amministrazione comunale ha investito, a partire dal 2006, 1,35 milioni di euro, con lavori utili alla messa a norma impiantistica e antincendi della struttura, l'adeguamento della tribuna, la sistemazione degli spogliatoi e dell'area stampa, l'implementazione dell'impianto di videosorveglianza. Per il Palasport i consistenti lavori di ristrutturazione e adeguamento, dell'ammontare complessivo di 2,3 milioni di euro, hanno permesso di portare la capienza della struttura a 3.500 spettatori, funzionale allo svolgimento dei campionati nazionali di massima serie. E accanto agli interventi sui principali impianti sportivi cittadini si sono realizzati interventi anche sui campi dei quartieri con la nuova illuminazione nei campi di Porotto e Malborghetto.


Infrastrutture, Verde, Mobilità.

manutenzione delle stradeStrade. Marciapiedi. Segnaletica.
Un po' di numeri del biennio: più di 100 strade asfaltate, con quasi 3,5 milioni di euro investiti; oltre 200mila mq di nuovo asfalto; interventi di manutenzione marciapiedi; interventi in strade del centro con materiale lapideo; 550mila ml di segnaletica; interventi di manutenzione degli impianti di pubblica illuminazione; interventi nelle aree verdi attrezzate.

Gli interventi di Hera: gas, idrico, fognature, teleriscaldamento.
Per il biennio 2009-2010 Hera e Comune hanno sviluppato un intenso programma di investimenti nel territorio comunale di Ferrara per ammodernare le condotte gas e idriche e ampliare la rete del teleriscaldamento. Per quanto riguarda gli interventi alla rete gas inseriti nel piano pluriennale di sostituzione delle condotte ritenute ormai obsolete, nel 2009 sono stati risanati circa 4.000 metri di rete e nel 2010 oltre 6.500 metri, a fronte di un investimento di circa 1,7 milioni di euro. Nel 2014, a progetto completato, saranno state sostituite complessivamente quasi 23.000 metri di condotte. Queste opere garantiranno per il futuro una migliore e costante erogazione del servizio e una maggiore sicurezza per i cittadini. Ammontano a 2,9 milioni di euro gli interventi di ammodernamento delle condotte fognarie della città. Tra i maggiori interventi: la sostituzione della rete di fognatura e di acquedotto nell'abitato di San Bartolomeo in Bosco, lungo via Masi, dall'incrocio con via Frasbalda a quello con via Sgarbata; la nuova rete in via Madonna della Neve a Fossanova San Marco, con l'eliminazione di alcuni scarichi non depurati e del piccolo depuratore esistente; il rifacimento e il potenziamento della rete negli abitati di Porotto e di Cassana, con il convogliamento, tramite sei impianti di sollevamento, delle acque reflue nel depuratore cittadino di via Gramicia e il contestuale smantellamento del vecchio depuratore di via Arginone; la realizzazione di una nuova rete nelle vie Pianelle, Pioppelle, Della Fossa, Calzolai e nella ciclabile adiacente, con eliminazione del depuratore di Francolino; l'avvio della costruzione di nuova rete nelle vie Traversagno e Due Pezzi, che consentirà di eliminare due scarichi non depurati. Stanziati 900.000 euro per gli interventi alla rete acquedottistica; questi i principali interventi programmati: l'avvio del rifacimento della rete nella zona di Torre Fossa per il miglioramento della distribuzione in questa frazione e in quella di Fossanova S. Marco e Fossanova S. Biagio; l'ammodernamento della rete in via Buttifredo, a S. Martino, per consentire la realizzazione della pista ciclabile ed eliminare una condotta obsoleta; la sostituzione della vecchia condotta in via Ladino, zona Borgo Scoline. Infine 220.000 euro investiti per l'estensione della rete cittadina del teleriscaldamento.

l'inaugurazione della bretella di Porotto (v.Orazio Poltronieri)Le riqualificazioni di via Darsena, via Bentivoglio e via Bologna. La nuova bretella di Porotto.
Nel biennio 2009-10 si sono conclusi importanti interventi di riqualificazione di alcune via della città che hanno migliorato il contesto urbano di popolosi quartieri e, al tempo stesso, fluidificato la viabilità cittadina. La riqualificazione di via Darsena (oltre 2 milioni di euro di lavori, che prevedono il complessivo riassetto urbanistico dell’area per mezzo del potenziamento viabilistico a due corsie per ogni senso di marcia di via Darsena e attraverso l’inserimento della rotatoria di San Giacomo all’altezza del ristorante Gigina, la realizzazione di nuove piste ciclabili e marciapiedi, oltre ai rifacimenti della rete fognaria per le acque reflue e dell’impianto di pubblica illuminazione); di via Bologna, nel tratto compreso tra le vie Mulinetto e Foro Boario (1,4 milioni di euro di lavori, con la modifica della sezione stradale per ricavare, su entrambi i lati, percorsi ciclabili e pedonali protetti e la razionalizzate le zone di sosta già presenti lungo la via); di via Bentivoglio nel tratto compreso tra le vie Maragno e dell'Industria (1 milione di euro di lavori, con la modifica della sezione stradale al fine di ricavare, su entrambi i lati, dei percorsi ciclabili e pedonali protetti). Si sono inoltre conclusi i lavori per la realizzazione della nuova bretella di Porotto, intitolata ad Orazio Poltronieri; un intervento del costo di 3,5 milioni di euro di lavori, e che ha permesso la riduzione del traffico di mezzi pesanti che passavano per i centri abitati di Porotto e Cassana, tramite la realizzazione di una nuova strada che collega la provinciale Virgiliana con le vie Diana e Finati. Nel biennio si sono inoltre poste le basi per gli interventi degli anni futuri, tramite l'avvio di importanti cantieri quali quello del nuovo ponte sul Burana, l'apertura delle procedure di gara per la realizzazione della Tangenziale Ovest, la sottoscrizione di accordi di programma quali quelli sull'Idrovia o sul DUP (Documento Unico di Programmazione regionale che contiene il quadro generale dei futuri investimenti infrastrutturali).

l'ampliamento del parcheggio di via del LavoroSosta delle biciclette, nuove ciclabili e messa in sicurezza dei passaggi pedonali. L'ampliamento del park di via del Lavoro
Un biennio, quello 2009-10, caratterizzato sul fronte della mobilità ciclabile, dalla nuova formulazioni nei sistemi di sosta di biciclette per rispondere più prontamente alle varie esigenze di mobilità dei cittadini, implementazione e ampliamento della disponibilità di bici d'uso pubblico a prelievo automatizzato (44 nuove biciclette che hanno ampliato a 140 la disponibilità di cicli gratuiti distribuiti in 15 postazioni del progetto di bike-sharing "C'entro in bici"), la messa in sicurezza di due passaggi pedonali del centro urbano (Parco Massari e Biagio Rossetti/Dosso Dossi), la realizzazione di nuove piste ciclabili (via Bologna, nel tratto tra viale Krasnodar e il primo passaggio ferroviario; a Corlo lungo la via Copparo; e l'avvio dell'intervento in via Buttifredo a San Martino). A fine 2009 si sono inoltre conclusi i lavori di ampliamento del parcheggio di via del Lavoro, che, tramite la realizzazione di una nuova struttura metallica, ha ampliato la disponibilità a 408 posti auto gratuiti contro i precedenti 292; l'importo complessivo dei lavori è stato di 990.000 euro, con un contributo ministeriale di 535.000 euro.


La mappa dei cantieri 2009


Per consultare il dettaglio dei cantieri clicca sulla mappa interattiva oppure visualizza Cantieri conclusi 2009 in una mappa di dimensioni maggiori.

La mappa dei cantieri 2010

Per consultare il dettaglio dei cantieri clicca sulla mappa interattiva oppure visualizza Cantieri conclusi 2010 in una mappa di dimensioni maggiori.
Ultima modifica: 04-10-2016
REDAZIONE: Mappa Opere Comune di Ferrara
EMAIL: