Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Progetti

Promeco sviluppa progetti dedicati all'età dell'adolescenza lavorando prioritariamente con le scuole del territorio.
La sua azione è normalmente estesa anche ad altri contesti prestando particolare attenzione e supporto alle famiglie nella loro azione educativa.


DALLA PROPOSIZIONE REATTIVA ALLE METODOLOGIE PROATTIVE

Gli interventi e i progetti dedicati all’età adolescenziale realizzati negli ultimi anni dall’U.O. Promeco hanno spostato, anche da un punto di vista teorico, le azioni originariamente mirate ad una proposizione reattiva nei confronti dei cosiddetti ‘stili di vita sani’ verso metodologie proattive.
In pratica, mentre un atteggiamento reattivo ha una sfera di influenza che man mano si restringe per le pressioni esercitate dalla sfera di coinvolgimento, l’atteggiamento proattivo cerca di espandere la propria sfera di influenza, e quindi la possibilita’ di agire, fino a farla coincidere con quella del/dei soggetti coinvolti.
Questo ha significa riorganizzare la struttura operativa e le modalità di intervento per essere in grado di anticipare tendenze e cambiamenti pianificando le azioni opportune in funzione delle necessità individuate nell’ambito dei settori di intervento.
Le teorie dello sviluppo positivo e della psicologia positiva hanno fornito una cornice di riferimento entro cui collocare risorse economiche, competenze, compiti evolutivi, capacità di resilienza degli adolescenti, (Larson, 2012).
In particolare lo sviluppo positivo viene inteso come presenza delle seguenti componenti note come “5 C”:
Competence, Confidence, Connection, Character, Caring and Compassion:

competenze sociali e cognitive, come ad esempio la capacità di risolvere i conflitti le abilità di decision making, abilità scolastiche e lavorative (Competence)

fiducia in sé stesso e nelle proprie capacità, nel proprio valore, autostima e autoefficacia (Confidence)

connessione: relazioni supportive e prosociali, con la famiglia con i coetanei con la comunità (Connection)

rispetto di norme e valori prosociali e responsabilità (Character)

cura, empatia comprensione dei sentimenti e pensieri altrui (Caring and Compassion)

Numerosi studi hanno dimostrato come queste componenti rimandino ad un unico fattore definito, sviluppo positivo.
Secondo questo approccio contribuiscono allo sviluppo di un benessere soggettivo fattori individuali e ambientali esterni ed interni che sostengono i giovani nel divenire persone concretamente responsabili. L’obiettivo è la ricerca non solo della soddisfazione individuale, ma anche quello di intraprendere un percorso di sviluppo verso l'integrazione con il mondo circostante diminuendo le probabilità di un periodico ricadere in comportamenti a rischio e sviluppare sintomi di malessere psicologico.
Esempi di risorse esterne sono il sostegno sociale (sentirsi amati, stimati dalla famiglia; supportati e valorizzati dalla scuola; l’essere parte integrante del sistema scuola-famiglia con regole, valori chiari e coerenti; saper condividere, confrontare esperienze significative con gli amici) e l’appartenenza a contesti di vita comunitaria che valorizzino l'opinione dei giovani; utilizzare in maniera costruttiva il tempo libero (attività sportive, musicali, artistiche, attività di volontariato).
Le risorse interne riguardano invece aspetti quali l’avere un consapevole impegno scolastico; valori prosociali come l’attenzione e l’impegno per gli altri, responsabilità civica, giustizia sociale, competenze sociali e cognitive ed emotive che si esprimano nell’abilità di comunicazione e ascolto; capacità di pianificare e prendere decisioni; resistenza alla pressione dei pari e infine un'identità positiva in termini di autoefficacia, empowerment personale e visione positiva per il futuro.


Documentazione:

Biblioteca
Ultima modifica: 04-03-2014
REDAZIONE: Promeco - Centro per la Promozione della Comunicazione
EMAIL: promeco@comune.fe.it