Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Piogge Eccezionali

Il rischio di allagamento dovuto a piogge eccezionali è notevolmente aumentato negli ultimi
anni. Infatti è diventato sempre più frequente il verificarsi di forti ed improvvise precipitazioni
temporalesche, caratterizzate da rovesci, più probabili nel periodo tra aprile ed ottobre,
molto intensi, di breve durata e fortemente localizzati, che in alcuni casi hanno comportato
l’allagamento di aree sparse non necessariamente collegate fra loro.
Gli allagamenti hanno avuto normalmente una durata correlata al tempo di ripristino
dell’efficienza della rete di scolo, salvo quei luoghi per i quali, date le loro caratteristiche
specifiche, è stato necessario l’intervento diretto di operatori muniti di pompe di sollevamento acqua.
Tali allagamenti hanno prodotto, in particolare, notevoli disagi alla circolazione stradale
(sottopassi e tratti stradali allagati) nonché a garage, cantine, seminterrati e anche ambienti
al piano terra invasi dalle acque che la rete fognaria non è riuscita a smaltire regolarmente e
rapidamente.
Al fine di essere consapevoli e preparati ad affrontare una eventuale emergenza, è bene
conoscere alcuni comportamenti per “l’auto protezione” come ad esempio:

1. evitare di circolare per strada durante l’evento;

2. non sostare lungo le sponde di un corso d’acqua;

3. non sostare sopra o sotto i ponti;

4. accertarsi prima di transitare in un sottopasso della sua funzionalità;

5. non intraprendere attività in locali ubicati a quote inferiori a quella di campagna.

Possibili misure da adottare per limitare i danni alla propria casa possono essere:

1. dotarsi di valvole antireflusso sugli scarichi idraulici di locali seminterrati o al piano

terra;

2. dotarsi di pompe idrauliche ad immersione;

3. dotarsi di paratie mobili o sacchetti di sabbia da porre in opera in caso di allerta meteorologico.

- Spesso alle forti precipitazioni sono associati fenomeni quali i fulmini e le forti raffiche di vento -

Se si è all’interno di un edificio o in auto:

non uscire, non utilizzare apparecchiature elettriche o il telefono fisso, non toccare elementi
metallici collegati all’esterno (condutture, tubature, impianto elettrico,termosifoni, parti
metalliche dell’auto e l’antenna dell’autoradio), evitare ogni contatto con l’acqua, stare lontani
da finestre e vetrate.

Se si è all’aperto:

non sostare accanto alle auto e cercare un riparo camminando a passi brevi, evitare con
particolare attenzione le strade alberate e di sostare in prossimità di alberi, togliersi di dosso
gli oggetti metallici, liberarsi di ombrelli, ombrelloni, canne da pesca, allontanarsi da pali,
antenne, ponteggi metallici, tralicci, gru e tetti.
Fare in modo che in famiglia tutti conoscano i principali comportamenti per “l’auto
protezione”.

Fare in modo che in famiglia tutti conoscano i principali comportamenti per “l’auto protezione”.
Ultima modifica: 17-09-2015
REDAZIONE: Servizio Associato di Protezione Civile Terre Estensi
EMAIL: protezionecivile@comune.fe.it