Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > I Servizi in rete del Comune di Ferrara > Centro di Educazione alla Sostenibilità IDEA > I progetti > Nuove modalità di conferimento dei rifiuti nel comune di Ferrara
salta i contenuti principali a vai al menu

Nuove modalità di conferimento dei rifiuti nel comune di Ferrara

Un nuovo sistema di raccolta rifiuti nel comune di Ferrara che punta ad aumentare la quantità di differenziata e migliorare la qualità della raccolta, per avviare al recupero e al riciclo percentuali sempre più elevate di rifiuti. La sperimentazione a Pontelagoscuro.
Consulta anche la pagina: Hera Differenziata

Con l’entrata in vigore della L.R. n.16/2015 e con l’approvazione del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti vengono fissati obiettivi importanti da raggiungere entro il 2020 in termini di percentuale di raccolta differenziata, ricircolo e riduzione pro capite dei rifiuti.
In particolare questo nuovo quadro normativo impone come obiettivi al 2020:
• raccolta differenziata pari al 70%;
• di riciclaggio dei rifiuti al 70%;
• Riduzione del 25 % di produzione pro capite di rifiuti;

Ferrara si sta preparando a raggiungere un traguardo importante: il 70% di raccolta differenziata. Per ottenerlo introduce una nuova modalità di raccolta, cominciando da Pontelagoscuro, a partire da metà ottobre per poi proseguire gradualmente, nel 2017, con tutta la città. Il Comune estense sarà così fra i primi comuni dell’Emilia Romagna a realizzare concretamente il nuovo approccio proposto nel Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti.

A Ferrara ogni giorno produciamo circa 1,9 chili di rifiuti a testa, una quantità significativa che, se correttamente differenziata, permetterà la trasformazione dei rifiuti in risorse preziose consentendo una maggiore tutela dell'ambiente e una migliore qualità del nostro territorio.

Nuova raccolta differenziata: aperto l’eco sportello di Pontelagoscuro


Comunicato stampa apertura eco sportello (pdf 231kb)

Comunicato stampa 4 novembre 2016 (pdf244kb)












La progettazione
L’'Amministrazione Comunale di Ferrara, dopo l’approvazione all’unanimità del Consiglio Comunale nel 2014, ha dato avvio ad uno studio di fattibilità per la sperimentazione della tariffazione puntuale. Su richiesta del Comune, Atersir (Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti) ha espletato la procedura di gara per l’affidamento di tale studio che è stato aggiudicato alla Società Labelab.
Labelab ha provveduto a predisporre lo studio di fattibilità che è stato presentato alla Giunta comunale e alla Commissione Consigliare Ambiente nel 2016.
Hera, su richiesta dell’Amministrazione, ha presentato il progetto esecutivo, elaborato sulla base dello studio di Atersir.
Il progetto di Hera beneficia dell’esperienza già maturata in altri Comuni dei territori serviti, della ricerca e dello sviluppo tecnologico che hanno accompagnato le varie sperimentazioni. Un percorso di miglioramento del sistema che lo ha reso sempre più affidabile e fruibile, come dimostra L’esperienza positiva del comune di Castelfranco nel territorio modenese che dal novembre 2015 sta sperimentando un sistema analogo a quello di Ferrara. Infatti, a Castelfranco si sono registrati ottimi risultati: la quantità di raccolta differenziata è salita del 24% in pochi mesi e anche la qualità ha ottenuto un significativo miglioramento.

Le novità per i cittadini
Da novembre nel territorio di Pontelagoscuro i contenitori dell’indifferenziato verranno sostituiti con nuovi cassonetti grigi con calotta. La calotta, che serve a limitare la quantità conferita e si apre con la Carta dei servizi ambientali che verrà consegnata ad ogni utenza a partire da metà ottobre.
Nei cassonetti con la calotta potranno essere inserite ogni volta solo piccole quantità di rifiuti indifferenziati (sacchi da circa 20 litri). Mentre i rifiuti differenziati (carta, vetro, plastica e rifiuto organico) continueranno ad essere conferiti nei contenitori dedicati, presenti in tutte le isole ecologiche stradali, che si apriranno normalmente, senza l’utilizzo della tessera.
Le uniche modifiche riguarderanno il cassonetto marrone per la raccolta di sfalci e potature che, per migliorare la qualità della raccolta, dovrà essere aperto utilizzando la Carta dei servizi ambientali e i bidoni stradali dell’organico che saranno dotati di un coperchio con foro che permetterà unicamente l’introduzione degli appositi sacchetti da 10 litri distribuiti per questo tipo di raccolta.
L’area di test coinvolge ora circa 3.000 utenze ed è propedeutica all’estensione graduale del sistema, a tutto il comune di Ferrara (nel 2017) e all’introduzione nel 2018 della così detta tariffa puntuale.
Si tratta di un nuovo sistema che, tracciando la quantità di rifiuti indifferenziati rispettivamente conferiti da ogni utenza, punta ad una prevenzione dei rifiuti sempre maggiore oltre ad una maggiore equità sociale e a una migliore quantità e qualità delle raccolte differenziate.

Un passaggio guidato e informato
L’attivazione della nuova modalità sarà preceduta e accompagnata da una molteplicità di iniziative volte a spiegare tutte le novità. Attualmente tutti i residenti hanno già ricevuto dall’Amministrazione Comunale una lettera di presentazione del progetto.
Tutto il mese di ottobre sarà dedicato a momenti di informazione alla cittadinanza del quartiere di Pontelagoscuro.
Si sono svolti due incontri pubblici il primo martedì 4 ottobre, alle ore 21, presso il salone della Parrocchia di Pontelagoscuro e il
secondo martedì 11 ottobre, alle ore 18, presso il Teatro del Centro di Promozione Sociale “Il Quadrifoglio”.  Il prossimo incontro pubblico è previsto a novembre, data da definirsi.

I cittadini di Pontelagoscuro riceveranno una seconda lettera con la quale verranno fornite ulteriori informazioni e verranno date istruzioni per il ritiro della Carta dei servizi ambientali.
Presso la Sala Nemesio Orsatti dal 17 ottobre al 5 novembre, orario continuato dalle ore 8.30 alle 19.30 sarà allestito uno eco sportello temporaneo,  dove sarà distribuita la Carta dei servizi ambientali, fornite le informazioni utili ad usufruire al meglio del servizio di raccolta rifiuti e consegnato materiale informativo. Nel periodo di apertura di questo  sportello, personale dell’ufficio Tari del Comune sarà a disposizione per fornire informazioni nelle giornate di mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 14,30. L’eco sportello di via Risorgimento 4,  resterà poi aperto fino a sabato 12 novembre, dalle 8.30 alle 12.30, come punto informativo a cui rivolgersi per avere delucidazioni, chiarire dubbi, fare segnalazioni, ottenere materiale informativo e presentare suggerimenti e osservazioni.
Chi non ha potuto ritirare all’eco sportello la propria tessera per i servizi ambientali (Carta Smeraldo) o l’ha smarrita, potrà ottenerla recandosi presso la stazione ecologica di via Cesare Diana 36, a Cassana (FE), zona PMI, nei seguenti giorni e orari:
  • nel mese di novembre: dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 12.30;
  • nel mese di dicembre: il mercoledì e il sabato, dalle 8 alle 12.30.
 Per svolgere le pratiche relative alla TARI ci si potrà sempre rivolgere all’ufficio comunale TARI di Via Maverna 4, Ferrara o al numero verde 800.654866.
Nelle scuole di Pontelagoscuro, a partire da ottobre, verranno attivati laboratori per far comprendere ai più giovani le corrette modalità di conferimento dei rifiuti e le novità introdotte dalla sperimentazione.

Lettera ai cittadini di Pontelagoscuro (pdf 704kb)
Scheda Pontelagoscuro (pdf 101kb)
Depliant (pdf 3290kb) esplicativo delle nuove modalità di raccolta rifiuti a Pontelagoscuro.
Hera Differenziata
Ultima modifica: 02-05-2017
REDAZIONE: Centro IDEA
EMAIL: idea@comune.fe.it