Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > I Servizi in rete del Comune di Ferrara > U.O. Sport e Tempo Libero
salta i contenuti principali a vai al menu

U.O. Sport e Tempo Libero

I nostri uffici si trovano in Via Copparo n.142 (Centro G. B. Fabbri) - primo piano in fondo al corridoio. 
Siamo raggiungibili anche con l'autobus della linea n.7 - fermata Ipercoop Le Mura


 

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO:


   LUNEDI' -  GIOVEDI'  -  VENERDI'
   dalle ore 8.30 alle ore 12.30
   MARTEDI' dalle ore 8.30 alle ore 12.30 
   dalle ore 15.00 alle 17.00
   MERCOLEDI' e SABATO CHIUSO al PUBBLICO
   
(Orientamento di G.C. Pg. 106154 del 26.09.2016)

  Tel. 0532 750528 - Fax. 0532 750631
  PEC: uosportetempolibero@cert.comune.fe.it







» IN EVIDENZA: «

» COMUNICAZIONE STAGIONE VENATORIA 2018-2019 «
Dal 02/09/2018, per i mesi di Settembre, Ottobre e Novembre, la Polizia Provinciale potrà essere contattata oltre che nei giorni feriali anche la domenica mattina dalle ore 7.00 alle ore 13.00 chiamando il numero 0532/299979.
Leggi il comunicato stagione venatoria 2018-2019 della Polizia Provinciale.

» RICHIESTA PALESTRE A.S. 2018/2019 «
A partire dal 05 luglio le Associazioni Sportive possono presentare richiesta per le palestre comunali e provinciali per la stagione sportiva 2018/2019
Il modulo per richiedere le palestre provinciali e comunali per l'anno sportivo 2018/2019 è scaricabile dal link "Modulistica" e le richieste debitamente compilate in tutte le parti e firmate dal Presidente o Legale Rappresentante del sodalizio sportivo, devono essere consegnate negli uffici dell'U.O. Sport e Tempo Libero, in Via Copparo 142, il lunedi, giovedi e venerdi dalle ore 8,30 alle ore 12,30 ed il martedi dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00, entro il 15 agosto.
In alternativa la richiesta può essere inviata dalle associazioni in possesso di indirizzo di posta certificata all'indirizzo PEC uosportetempolibero@cert.comune.fe.it

Per eventuali informazioni contattare i nostri uffici allo 0532-757647. 

L’Emilia-Romagna ha una nuova legge sullo sport. Approvata con una larghissima maggioranza, e nessun voto contrario, dall’Assemblea legislativa, dopo una larga condivisione con gli enti di promozione sportiva, le associazioni e gli enti locali, la nuova legge semplifica e concentra in diciannove articoli le nuove opportunità per lo sport regionale. Con un obiettivo: portare sempre più persone – soprattutto i giovani -  a misurarsi e divertirsi nei campi di gioco, nelle palestre, nelle piscine, negli spazi all’aperto. Poi la conferma di voler puntare sul turismo sportivo legato ai grandi eventi e alle grandi competizioni. E un imperativo: fuori chi bara, per cui le associazioni e i soggetti che hanno ricevuto contributi regionali e che hanno indotto o consentito l’assunzione di prodotti dopanti nelle loro strutture si vedranno revocare i fondi e non potranno averne per almeno 5 anni. 

La nuova legge per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive, voluta dalla Giunta regionale, prevede da Piacenza a Rimini nuovi interventi lungo quattro direttrici. Salute e benessere, con il coinvolgimento attivo delle scuole per avere più sport, anche in orario extrascolastico, in collaborazione con le associazioni e la possibilità di promuovere borse di studio per gli atleti emergenti. Programmazione e contributi, con un piano triennale che comprenda progetti e azioni di promozione dell’attività sportiva, contrasto all’abbandono e integrazione delle persone con disabilità, miglioramento dell’impiantistica e sinergie di sviluppo legate al contesto territoriale e ambientale, con appunto il sostegno al turismo sportivo. E ancora, in un rapporto di maggiore fiducia (e meno burocrazia), l’allargamento dei soggetti che riceveranno fondi regionali: oltre a quelle presenti nel registro regionale, saranno ammesse ai bandi anche le associazioni dilettantistiche iscritte al registro del Coni, del Cip e delle Federazioni sportive nazionali, o da tali sigle riconosciute. Sicurezza, con presidi di primo soccorso negli impianti sportivie la professionalità certificata richiesta a chi terrà i corsi, che dovrà passare per due possibili figure di garanzia: istruttore qualificato e istruttore di specifica disciplina, entrambi in possesso di specifici requisiti di studio e abilitazione. Legalità e trasparenza, con misure per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione e il varo di specifica Carta etica. L’applicazione del piano triennale sarà poi oggetto di monitoraggio e valutazione, con la Giunta che dovrà produrre una relazione sui progetti realizzati, i contributi erogati e i destinatari
L. n° 8 del 31/05/2017



» CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT «
DELIBERA DI APPROVAZIONE DELLA COSTITUZIONE DELLA CONSULTA COMUNALE DELLO SPORT pdlg_2014_0000782_delibera_consulta_sport.pdf

 
Ultima modifica: 30-01-2019
REDAZIONE: U.O. Sport e Tempo Libero
EMAIL: i.lazzari@comune.fe.it