Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

I Laboratori per l'integrazione


Da quasi dieci anni il Comune di Ferrara è impegnato insieme a scuole e Cooperative Sociali nella realizzazione di esperienze di integrazione scolastica a carattere laboratoriale che utilizzano metodologie innovative di piccolo gruppo e mirano a sviluppare competenze, autonomia e benessere in tutti i ragazzi che li frequentano.

Gli argomenti dei laboratori per l’integrazione sono tra loro molto diversi e spaziano dal teatro alla musica, dalla falegnameria alla cucina, ma tutti i laboratori prevedono un incontro a settimana che dura mediamente tra i 90 ed i 120 minuti.
L’organizzazione in una stessa mattina di due proposte laboratoriali in una stessa sede scolastica consente di far partecipare anche alunni iscritti ad altre scuole senza la necessità che, nel corso della mattinata, ci si sposti da una sede all’altra. Oltre a questi laboratori, che proprio per questo motivo sono chiamati “laboratori di rete”, esistono proposte di laboratori educativi che operano coinvolgendo intere classi o più gruppi classe di uno stesso plesso, condotti da educatori comunali e di ATI Sostegno (Associazione Temporanea d’Impresa composta dalle cooperative sociali Serena, Cidas, Il Germoglio e Girogirotondo).
Ogni laboratorio è quindi diverso da tutti gli altri ma grazie a questa diversità è possibile sviluppare esperienze di integrazione con bambini con competenze e capacità diverse e dare risposte educative anche a bambini con livelli elevati di compromissione, aiutandoli a sviluppare autonomie e competenze comunicative e di relazione, integrazione nel gruppo, benessere relazionale ed amicizia con i coetanei.

La proposta dei laboratori per l’integrazione è nata negli Istituti Superiori, ma a partire dal 2011, si è progressivamente estesa anche alle scuole primarie e secondarie di 1° grado ferraresi, coinvolgendo inizialmente 3 diversi Istituti Comprensivi. Grazie al coordinamento dell’IC n. 6 di Pontelagoscuro, l’accordo di rete tra le scuole ferraresi nell’anno scolastico 2015/16 ha visto l’adesione di tutti gli 8 Istituti Comprensivi della città e dell’ UST di Ferrara e l’attivazione di 22 laboratori: 7 nell’ambito delle scuole primarie e 15 nelle secondarie di 1° grado.
Negli Istituti superiori cittadini le prime attività laboratoriali per l’integrazione sono state avviate ancor prima, nell’autunno del 2007, per iniziativa dell’ Amministrazione Provinciale e del Comune di Ferrara in collaborazione con gli Istituti Einaudi e F.lli Navarra , cui si sono successivamente aggiunti gli Istituti Dosso Dossi e Carducci e, dall’anno scolastico 2015/2016, il Centro Studi Don Calabria della Città del Ragazzo che ha assunto il coordinamento di tutte le attività laboratoriali delle superiori e ne ha curato l’estensione sul territorio provinciale.

Alle prime esperienze in campo orto-vivaistico e teatrale si sono così via via aggiunte proposte musicali, di ceramica e sportive nonché una crescente attenzione ed impegno sul versante delle autonomie con la messa in campo di una pluralità di esperienze mirate proprio ai ragazzi con meno competenze e più severe limitazioni sul piano comunicativo e relazionale.
Ogni laboratorio prevede la presenza di uno o due conduttori e la partecipazione di un numero variabile da 6 a 14 di ragazzi, accompagnati, quando necessario, dalle loro figure di sostegno.
Per i ragazzi maggiorenni e con autonomie più limitate (e quindi anche più vicini al termine della propria esperienza scolastica), dalla primavera del 2014, grazie al Progetto “Un ponte tra progetto scuola e progetto di vita” , l’esperienza dei laboratori si è ulteriormente arricchita con proposte di alternanza scuola-lavoro che, attraverso l’inserimento dei ragazzi per alcuni giorni a settimana in cooperative sociali, mirano a costruire un soddisfacente progetto di vita futura.

Nel corso dell’anno scolastico 2015/16 sono stati attivati in tutto 12 proposte laboratoriali negli Istituti Superiori cittadini cui si sono aggiunte 2 esperienze di "soggiorni autonomia"; mentre per i laboratori del Progetto Ponte sono state complessivamente 3 le cooperative sociali coinvolte e 2 i "soggiorni autonomia" calendarizzati nell’anno 2016.

Per documentare le attività realizzate dai laboratori per l'integrazione nell'anno scolastico 2015/16 dal 5 al 14 maggio 2015 è stata allestita nel Salone d'Onore del Municipio di Ferrara la Mostra "Laboriose Amicizie". Di seguito è possibile scaricare i 16 poster (.pdf) che compongono la mostra.








 
Ultima modifica: 29-05-2017
REDAZIONE: Integrazione scalastica disabili e stranieri
EMAIL: c.montanari@edu.comune.fe.it