Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

ISEE

COS'E'
L'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è lo strumento di valutazione, attraverso criteri unificati, della situazione economica di chi richiede prestazioni sociali agevolate o l'accesso a condizioni agevolate ai servizi di pubblica utilità.
L'ISEE è il rapporto tra l'Indicatore della Situazione Economica (ISE) e il parametro desunto dalla Scala di Equivalenza. Quest'ultima tiene conto del numero dei componenti il nucleo familiare e prevede l'applicazione di eventuali maggiorazioni collegate a particolari situazioni presenti all'interno del nucleo medesimo. L'ISE (Indicatore della Situazione Economica) è il valore assoluto dato dalla somma dei redditi e da una quota del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare di tutti i componenti il nucleo familiare.


DAL 1° GENNAIO 2015 E' ENTRATA IN VIGORE UNA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI ISEE.
La nuova disciplina stabilisce delle modalità di calcolo differenziate dell’indicatore con la conseguenza che non vi è più un solo ISEE, valido per tutte le prestazioni, ma una pluralità di indicatori, calcolati in funzione della specificità delle situazioni.
Si configurano così, oltre ad un ISEE standard o ordinario, più ISEE in situazioni specifiche,
diversi in ragione della prestazione che si andrà a richiedere e delle caratteristiche del
richiedente e del suo nucleo familiare.

COME OTTENERE l'ISEE
Per ottenere l'attestazione ISEE è necessario presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica), dichiarazione in cui il cittadino si assume la responsabilità, anche penale, di quanto dichiarato. La DSU ha validità dalla data di presentazione fino al 15 gennaio dell'anno successivo.
La nuova disciplina ha definito tre differenti modelli di DSU, da utilizzare in funzione della prestazione da richiedere e delle caratteristiche del nucleo familiare, scaricabili in fondo a questa pagina:
- DSU MINI: è destinata alla maggioranza dei nuclei familiari che vogliano accedere alla generalità delle prestazioni sociali agevolate;
- DSU INTEGRALE: è destinata ai nuclei familiari che devono dichiarare ulteriori informazioni non previste dalla DSU MINI; va compilata se ricorrono alcune situazioni familiari (es. disabilità, genitori non coniugati e non conviventi tra loro) o per l’accesso ad alcune prestazioni (es. diritto allo studio universitario, socio-sanitarie).
- DSU ISEE CORRENTE: da compilare per richiedere l'ISEE Corrente in caso di variazione della situazione lavorativa di uno o più componenti.

DOVE PRESENTARE LA DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) AI FINI ISEE
La DSU per ottenere l'attestazione ISEE può essere presentata:
- all'INPS, in via esclusivamente telematica mediante le postazioni selfservice presenti presso le sedi INPS o collegandosi al sito Internet www.inps.it
- direttamente all'Ente erogatore della prestazione
- presso i CAF che erogano questo servizio.

I NUOVI ISEE PREVISTI DALLA RIFORMA
Gli ISEE previsti dalla riforma sono i seguenti:
- Isee ordinario o standard: è utilizzabile per la generalità delle prestazioni sociali agevolate (prestazioni o servizi sociali assistenziali la cui erogazione dipende dalla situazione economica del nucleo del richiedente, compresi i servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate);
- Isee università: in questo caso si fa riferimento alle prestazioni per il diritto allo studio universitario previa identificazione del nucleo familiare di riferimento dello studente;
- Isee Sociosanitario: questo indicatore si usa per le prestazioni socio-sanitarie per cui è possibile scegliere un nucleo familiare ristretto rispetto a quello ordinario;
- Isee Sociosanitario-Residenze: è utilizzabile per le prestazioni socio-sanitarie legate a situazioni di ricovero in residenze protette. Anche in questo caso si può scegliere un nucleo familiare ristretto ma sono previste delle differenze in alcune componenti di calcolo e viene tenuto conto della situazione economica dei figli non inclusi nel nucleo;
- Isee con genitori non coniugati tra loro e non conviventi: un caso particolare che si applica per le prestazioni rivolte ai minorenni/studenti universitari che risultano figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi. Questo indicatore tiene conto conto della situazione economica del genitore non convivente;
- Isee Corrente: È un aggiornamento dell’Isee già rilasciato e calcolato in seguito a significative variazioni reddituali legate a variazioni della situazione lavorativa di almeno un componente del nucleo. Vale due mesi dalla presentazione della DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica).

Per maggiori informazioni e per scaricare la modulistica consultare la seguente pagina del sito web dell'INPS:
ISEE POST-RIFORMA 2015









Sei il visitatore n. 13529
Ultima modifica: 11-09-2017 - Revisione completa: nov. 2016
REDAZIONE: URP Informacittà
EMAIL: urp@comune.fe.it