Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

La gestione dell'emergenza terremoto

sisma del 20 e 29 maggio 2012

sisma 20 e 29 maggio 2012Gli eventi sismici iniziati nella notte del 20 e ripetutisi poi il 29 maggio 2012 hanno creato numerosi danni alle strutture di edifici pubblici e privati. La nostra amministrazione, tutti i settori e servizi preposti a prestare assistenza alle popolazioni sono stati messi a dura prova durante i mesi successivi al sisma. I provvedimenti emanati (dall’iniziale D.L. n.74 del 6 giugno 2012 alle varie ordinanze del commissario fino alla Legge Regionale n.16 del 21 dicembre 2012) hanno cercato di dare organicità agli interventi affrontando con sistematicità la ricostruzione partendo dall’edilizia scolastica alle attività produttive, dal programma Casa per la transizione e l’avvio della ricostruzione all’erogazione del Nuovo contributo per l’autonoma sistemazione dei nuclei familiari sfollati dalle proprie abitazioni, dal Programma Operativo Municipi fino all’individuazione di proprietari interessati alla vendita di edifici e alloggi agibili ad uso abitativo nelle zone colpite dagli eventi sismici.
Uno degli obiettivi principali dell’amministrazione comunale, dopo i primi interventi provvisori, è stato quello di mettere in sicurezza il patrimonio edilizio pubblico e privato, monumentale e artistico della città. E cercare di aprirlo il prima possibile.
Dal 20 maggio ad oggi sono stati realizzati interventi per quasi 14 milioni di euro, finanziati dalla Regione nell'ambito della gestione commissariale e dai rimborsi assicurativi ricevuti dal Comune di Ferrara (5,5 milioni di euro di interventi finanziativi ad oggi su un totale di 20,3 milioni di euro di rimborso assicurativo ricevuto).
Interventi provvisionali
Numerosi interventi coordinati dai Vigili del Fuoco e Sovrintendenza (Palazzi, Chiese, Monumenti, messa in sicurezza)
54 interventi: 41 entro 72 ore (€ 241mila); 13 post 72 ore (€ 246mila); numerosi interventi di rimozione degli stati di pericolo dalle strade (€ 160mila)
Opere idrauliche pubbliche: 22 interventi x € 8,7mln (2,77 mil, Idrovora Pontelagoscuro 0,35, Chiavicone Argenta 0,75, Cavo Napoleonico 0,35, Pilastresi 0,62, Diversivo Burana 0,7)
Edilizia scolastica
73 scuole (da Nidi alle Secondarie I° grado); inagibili: 30 edifici scolastici (tranne E; 16 edifici prefabbricati) + 5 palestre scolastiche (4 prefabbricate) + 2 scuole E (Primaria Mosti, Materna Aquilone); 3,1mln € fondi terremoto + 2,0mln € fondi comunali per un totale di 40 cantieri; 1 scuola paritaria E (San Bartolomeo); in fase di esecuzione la ristrutturazione Primaria Mosti (0, 97 mln €) e nuova Materna Aquilone (1,85 mln €)
i lavori post sisma al Teatro ComunaleBeni monumentali
Sono stati eseguiti interventi di consolidamento delle strutture e di ripristino al Teatro Comunale (€ 500mila), Palazzo Diamanti, Torre dell’orologio di Palazzo Paradiso, Palazzina Marfisa, Chiesa di San Cristoforo, Casa della Patria, Chiesa Madonnina, Sala Ariosto di Palazzo Paradiso, Museo Civico Lapidario, il Programma Municipi (€ 850mila).
Il Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Monumentali 2014-15
Investimenti che vedono il Comune di Ferrara come stazione appaltante per 38,6 milioni di euro: 23,8 milioni di euro dalla Regione e altri 14,8 finanziati con i rimborsi assicurativi: 8,20 milioni di euro per Palazzi e uffici comunali: secondo stralcio di lavori a Palazzo Municipale 2,50 milioni di euro; Polo tecnico di via Marconi 2,10 milioni di euro; Complesso di San Paolo 2,48 milioni di euro; Tribunale e Procura della Repubblica 0,78 milioni di euro; Palazzo via del Podestà 0,37 milioni di euro. 16,30 milioni di euro per Musei e Biblioteche: 5,10 milioni di euro per Palazzo Massari e Palazzo Cavalieri di Malta (comprensivo dell'intervento previsto nel Programma Speciale d'Area del Centro Storico), 2,85 milioni di euro per Palazzo Schifanoia (comprensivi dei 0,55 milioni euro di contributi SMS solidali); 2,50 milioni di euro per Palazzo dei Diamanti e la Pinacoteca Nazionale; 2,50 milioni di euro per la Biblioteca Ariostea (intervento programmato nel 2015); 1,50 milioni di euro per il Teatro Comunale (intervento programmato nel 2015); 0,90 milioni di euro per Palazzo Bonacossi; 0,62 milioni di euro per Palazzina Marfisa. 6,60 milioni di euro per le Chiese di proprietà del Comune di Ferrara: 1,95 milioni di euro per la Certosa e 1,00 milioni di euro per la Chiesa di San Cristoforo; 1,50 milioni di euro per la Chiesa di Santa Maria della Consolazione; 0,76 milioni di euro per la Chiesa della Madonnina; 0,89 milioni di euro per il Convento e la Chiesa di Sant'Antonio in Polesine. 4,00 milioni di euro per interventi sull'edilizia pubblica, dei quali 1,75 milioni di euro per
il Centro Fieristico di Ferrara; 0,50 milioni di euro in interventi presso Centri Sociali e altra edilizia sociale; 0,77 milioni di euro per interventi di edilizia sportiva; 0,35 milioni di euro per interventi presso la Casa di Riposo di via Ripagrande. 3,50 milioni di euro per il recupero di edifici da tempo dismessi o inutilizzati che saranno recuperati e dei quali è già stato individuato il futuro riutilizzo: ex MOF, un intervento di recupero di 1,00 milione di euro, per la futura sede dell'Urban Center in collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Ferrara; Casa Niccolini, un intervento di 1,00 milione di euro, per la futura sede della sezione ragazzi della Biblioteca Ariostea a completamento del Polo delle carte; Porta Paola, un intervento di 1,00 milioni di euro, per
la futura sede del Centro di Documentazione delle Mura Estensi; Torre dell'Orologio, un intervento di 0,50 milioni di euro, per la futura sede dell'Ente Palio di Ferrara. Tutti questi interventi sono attualmente in avvio della fase di progettazione e saranno realizzati nel secondo semestre 2014.
Edilizia privata
8600 segnalazioni registrate, 7600 verifiche speditive, 1600 verifiche AEDES, 1450 ordinanze del Sindaco di inagibilità. al 31/12/2014 accettate 238 istanze di contributo, e per 152 delle quali già erogati i contributi per un importo complessivo di 10,47 mln €.
COC Accoglienza
Il COC Accoglienza è un presidio della Protezione Civile istituito presso l’URP Informacittà del Comune di Ferrara a seguito degli eventi sismici del maggio 2012, allo scopo di dare accoglienza ai cittadini sfollati presso strutture ricettive individuate e gestire alcuni benefici previsti dalla Regione Emilia-Romagna per persone con abitazioni danneggiate.
688 persone alloggiate
303 domande CAS (contributo Autonoma Sistemazione) pervenute x € 620.645,44 di fondi liquidati al 30/05/2014
37 assegnazioni di alloggi ACER in affitto con oneri a carico della PA
Contributi solidali
Viste le numerose richieste di enti, associazioni e privati cittadini che desideravano dare un contributo finalizzato all’emergenza terremoto nel territorio del comune di Ferrara , si è attivato un conto corrente presso la CARIFE. Ad ogni contributo é stata data piena tracciabilità e trasparenza attraverso la home page del comune ed il blog "battiamo il sisma". €153.690,05 contributi raccolti al 31/12/2012


Protezione Civile - L'emergenza Sisma
Ferrara, come prima, più di prima. 20 maggio 2012-20 maggio 2013. Il video su Vimeo
Ferrara, come prima, più di prima. 20 maggio 2012-20 maggio 2013. Il video su Youtube

Il Piano intercomunale di Protezione Civile - slides
(presentazione di lunedì 10 dicembre 2013)

Il Piano intercomunale di Protezione Civile
(approvato in Consiglio Comunale di lunedì 8 luglio 2013)

Il punto sui lavori post sisma - dicembre 2013
(presentazione di giovedì 12 dicembre 2013)

A un anno dal sisma
(presentato nel convegno Battiamo il Sisma di lunedì 20 maggio 2013)

Da questa tragedia si esce pedalando tutti insieme
(articolo su la Nuova Ferrara dei domenica 19 maggio 2013)

A cinque mesi dal sisma
(presentato nei Consigli di Circoscrizione nel mese di ottobre 2012)

A otto giorni dal terremoto
(relazione al Consiglio Comunale di Ferrara di lunedì 28 maggio 2012)
Ultima modifica: 13-12-2013
REDAZIONE: Mappa Opere del Comune di Ferrara
EMAIL: