Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Cos'è il Patto dei Sindaci

Il Patto dei Sindaci è la prima campagna lanciata dalla Commissione Europea (29 gennaio 2008) nei confronti dei sindaci, al fine di coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale, con l’intento di superare gli obiettivi della politica energetica comunitaria in termini di riduzione delle emissioni di CO2 (www.pattodeisindaci.eu).
La chiamata parte dalla consapevolezza che oggi le maggiori responsabili dell’inquinamento sono le città (80%) e che la soluzione o il tentativo della soluzione del problema non può non vederle coinvolte e coinvolti gli amministratori locali.

La campagna, su base volontaria, impegna i Comuni UE a predisporre entro un anno, pena l’espulsione dal Patto dei Sindaci, un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) che incontri gli obiettivi del pacchetto clima-energia approvato dal Parlamento europeo, meglio conosciuto con la formula “20-20-20”, e cioè adottare, entro il 2020, misure volte a:
1. ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra;
2. portare al 20% il risparmio energetico;
3. aumentare al 20% il consumo di fonti rinnovabili.

La sottoscrizione del Patto prevede come base di partenza la redazione di un IBE (inventario base delle emissioni) che deve essere ripresentato aggiornato ogni quattro anni. Il monitoraggio, regolare e continuo, di quanto inserito nel PAES seguito da adeguati adattamenti del piano, consente di avviare un miglioramento del processo.

In Europa hanno aderito al Patto dei sindaci 4.661 città al 21 gennaio 2013, per un coinvolgimento complessivo di oltre 176 milioni di abitanti.

La necessità di istituire sinergie, sia a livello politico che tecnico, all’interno dell’ente nonché con i portatori di interesse del territorio, si deduce dall’eterogeneità delle iniziative che dovranno essere comprese nel Piano di Azione per l’Energia Sostenibile. I settori coinvolti potranno essere:
• Ambiente urbanizzato, inclusi edifici di nuova costruzione e ristrutturazioni di grandi dimensioni;
• Infrastrutture urbane (teleriscaldamento, illuminazione pubblica, reti elettriche intelligenti ecc.);
• Pianificazione urbana e territoriale;
• Fonti di energia rinnovabile decentrate;
• Politiche per il trasporto pubblico e privato e mobilità urbana;
• Coinvolgimento dei cittadini e, più in generale, partecipazione della società civile (l'impegno del Patto interessa l'intera area geografica della città, quindi le azioni programmate coinvolgeranno sia il settore pubblico che quello privato);
• Comportamenti intelligenti in fatto di energia da parte di cittadini, consumatori e aziende.

Sito ufficiale del Patto dei Sindaci
Ultima modifica: 17-09-2015
REDAZIONE: Centro Idea
EMAIL: idea@comune.fe.it