Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Relazioni annuali

Relazione annuale 2016 al Parlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia
 
La Relazione annuale sui dati relativi allo stato delle tossicodipendenze in Italia è il documento ufficiale governativo redatto dal Dipartimento Politiche Antidroga (di seguito denominato DPA) della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Tale Relazione, contenente i dati dell’anno 2015, è frutto di una concertazione tra i Ministeri competenti e gli Enti cui la legge assegna compiti di prevenzione e contrasto in materia di droga e rispecchia le indicazioni dell’Osservatorio Europeo per le droghe e tossicodipendenze European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction (EMCDDA).
Nello specifico, hanno contribuito ai lavori del Tavolo Tecnico per la redazione della Relazione al Parlamento: il Dipartimento per le Politiche della Famiglia e il Dipartimento della Gioventù e Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio, nonché il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), il Ministero della Salute, il Ministero dell’Interno, il Ministero della Difesa, il Ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie, il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca (MIUR), il Ministero della Giustizia, il Garante Nazionale dei Detenuti, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), l’Istituto delle Nazioni Unite per la Ricerca sul Crimine e la Giustizia (UNICRI).

» Scarica la relazione annuale relazione_2016.pdf
» Scarica relazione_droghe2016_la_prevenzione_nelle_scuole.pdf
» Scarica tinti_lo_stato_della_legislazione_droghe_2017.pdf

4° LIBRO BIANCO SULLA LEGGE FINI-GIOVANARDI

In attesa di conoscere i tempi di pubblicazione della relazione 2013 su droghe e tossicodipendenze del Dipartimento Politiche Antidroga pubblichiamo il quarto Libro Bianco realizzato da Forum Droghe in collaborazione con Antigone, la Società della Regione, e il Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza.
Il Dossier pone particolare attenzione all’illustrazione e commento dei dati sulle conseguenze penali, sulle sanzioni amministrative e l’impatto sul sovraffollamento nelle carceri della legge n. 49 del 2006 più nota come ‘Fini-Giovanardi’

Relazione annuale al Parlamento 2012 sull'uso di sostanze stupefacenti e sulle tossicodipendenze in Italia

Scende il consumo di sostanze stupefacenti in Italia, ma non si può tirare un sospiro di sollievo. L'allarme è per giovani e studenti che, invece, hanno incrementato l'assunzione di droghe. Lo rivela la relazione 2012 antidroga presentata oggi in Parlamento. Non sono da sottovalutare nemmeno le forme di dipendenza legate al gioco e gli eccessi nel consumo di alcol, come evidenzia il ministro per la Cooperazione internazionale con delega alla lotta alla droga, Andrea Riccardi.

Il dato sui consumi indica una contrazione, con differenze per fascia di età, sostanza e provenienza. Come spiega il Ministro, per la cannabis il trend è lievemente in aumento tra gli studenti, così come per gli stimolanti. Mentre diminuisce l'uso di cocaina e allucinogeni. Per quanto riguarda l'eroina il consumo cala, ma si riscontra una certa stabilità di assunzione nei ragazzi del sud Italia e nelle donne. La diminuzione dei consumi, inoltre, sembra essere accompagnata da un aumento della frequenza di assunzione tra gli studenti che hanno provato eroina negli ultimi trenta giorni. Stesso discorso per la cocaina, stabile tra i ragazzi di 16/17 anni.

Terza Edizione del Libro bianco sulla Legge Fini-Giovanardi (Anno 2012)

Sono passati sei anni dall’approvazione della legge 49 del 2006 che con un colpo di mano di dubbia legittimità costituzionale (non bloccato dal Quirinale) portò indietro
le lancette dell’orologio cancellando l’esito del referendum del 1993 che aveva sancito la depenalizzazione della detenzione di stupefacenti per uso personale.


 
Ultima modifica: 20-01-2017
REDAZIONE: Promeco - Centro per la Promozione della Comunicazione
EMAIL: promeco@comune.fe.it