Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

Le fasi del progetto Green2.0

Strutturazione del database e della rappresentazione cartografica

Partendo dal censimento del verde si sono implementati i dati con nuove rilevazioni e nuovi parametri
In collaborazione con l’ITI Copernico Carpeggiani si è proceduto a redigere la scheda con la quale sono stati compiuti i rilievi.
Rispetto alle schede utilizzate per i parchi pubblici, le schede e il database del Giardino dell’ITI Copernico Carpeggiani è stato arricchito da documentazione fotografica per esigenze più specificatamente didattiche.

Il rilievo su campo è stato effettuato in parte mediante triangolazione da punti fissi e misura con cordella metrica (per quanto riguarda i parchi pubblici del Comune e dell’ITI Carpeggiani) e in parte utilizzando una nuova strumentazione elettronica per il giardino delle Capinere.

La fase iniziale di costruzione del database e di rilievo è stata condotta con la collaborazione di uno studente dell’ITI Carpeggiani che è stato ospitato in stage presso gli uffici di Istituto Delta al termine dell’anno scolastico.
Inoltre, per i rilievi del giardino dell’ITI Carpeggiani sono stati attivati diversi studenti che hanno provveduto materialmente a compilare le schede di rilevazione.
La georeferenziazione delle informazioni acquisite è avvenuta in backoffice su software GIS.

Le aree pilota

Una volta strutturato il database, sono stati compiuti i rilievi test nelle aree pilota: Parco Urbano di Ferrara, giardino dell'ITI Carpeggiani e Giardino delle Capinere della LIPU.

Sono state aggiornate le informazioni relative alle specie già censite nel “censimento del verde”, verificata la presenza di specie non censite e per esse compilata la scheda di rilevazione. In seguito è stato aggiornato il database delle aree pilota e prodotte le mappe cartografiche con le informazioni aggiornate.
Il controllo su campo delle carte prodotte ha dato esito positivo a conferma che le informazioni sono state raccolte e inserite correttamente.
Con appositi sopralluoghi effettuati nelle aree pilota, con il supporto delle rappresentazioni cartografiche aggiornate, sono stati individuati i percorsi da valorizzare, le specie per le quali produrre le schede descrittive/vegetazionali e gli alberi alla base dei quali installare i cartelli con i codici QR.
A seguito del sopralluogo di verifica finale condotto con i tecnici dell'ufficio Verde del Comune di Ferrara si sono individuate le aree
sulle quali verranno concentrate le attività di comunicazione/informazione che sono: porzione del Parco Urbano, Parco Massari, Parco Pareschi.
All’interno dell’area scolastica dell’ITI verranno realizzati percorsi didattici aperti alle scuole comunali.


Indagine sulla percezione

È stato elaborato un Questionario (pdf 72Kb) con lo scopo di rilevare la percezione dei cittadini a proposito delle aree verdi di Ferrara. In questo modo si intendeva recuperare la componente sociale e affettiva che lega i cittadini ad una particolare area verde (parco, sentiero, albero, ecc.).
L’indagine aveva anche lo scopo di mappare i problemi di accessibilità alle aree verdi.

Il Questionario (pdf 72Kb) è composto da 14 domande, suddivise in 3 sezioni: 6 domande sulla conoscenza e le abitudini dei cittadini in merito alle aree verdi del comune di Ferrara (5 a risposta chiusa, con una o più risposte possibili, e una a risposta aperta), 8 domande (a risposta chiusa e aperta) sulla conoscenza e utilizzo dei mezzi di comunicazione che verranno sperimentati sulle aree pilota (social network e codici QR), informazioni socio-demografiche.
Una volta elaborato è stato sottoposto ad un test per verificare la comprensione delle domande e l’esaustività delle risposte. Il test ha coinvolto 15 intervistati. Dal test sono emersi vari spunti di miglioramento del questionario che sono stati in gran parte recepiti nella versione finale.
Il questionario è stato distribuito in occasione di un evento pubblico “Un albero per ridurre la CO2” che si è svolto il 22 novembre 2011 presso il Centro IDEA e presso alcune scuole cittadine sino a quando è stata valutata sufficientemente rappresentativa la popolazione coperta rispetto al campione selezionato.

Il loro coinvolgimento è stato richiesto mediante Lettera alle scuole (pdf 209Kb) a firma dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Ferrara.
Operativamente, l’indagine è stata condotta attraverso la distribuzione di copie del questionario nelle scuole direttamente agli insegnanti di riferimento. I questionari sono stati compilati nella maggioranza dei casi dai genitori, ma anche dagli studenti, bambini/ ragazzi.
Non è stato fissato un limite minimo di età per gli intervistati.
Gli istituti coinvolti sono stati scelti in base alla circoscrizione di appartenenza. Nell’indagine è stato coinvolto anche l’ Istituto tecnico Industriale N. Copernico – A. Carpeggiani ITI, appartenente alla Circoscrizione 4, in quanto costituisce una delle aree pilota del progetto, sulla quale verranno eseguiti gli interventi diretti previsti dal progetto.

Sono stati consegnati complessivamente 2500 questionari, sono stati raccolti 1593: di cui 1280 ritenuti validi e 331 nulli, poiché vuoti o palesemente non attendibili in base alle risposte date. L’elaborazione quindi è stata svolta sui rimanenti 1280 questionari ritenuti validi.
I risultati dell'indagine sono stati riportati nella relazione Analisi dei dati (pdf 110Kb).


Interventi diretti sulle aree pilota

Sulle aree pilota verranno installati dei pannelli informativi. Su ogni pannello è riportato un codice QR contenente le informazioni sulla specie arborea specifica. Inizialmente, al fine di rendere il servizio fruibile ad un numero maggiore di cittadini, sul pannello doveva essere riportato un numero di telefono collegato ad un servizio di invio automatico di un messaggio di testo, contente le stesse informazioni del codice QR, per chi non disponesse di un telefonino con Sistema Operativo e Fotocamera. Da un analisi di mercato condotta e emerso che il costo del servizio non risultava sostenibile per il Comune e per il cittadino. Si è optato quindi per inserire nel pannello, oltre al codice QR anche il nome della specie.
È stata effettuata una sperimentazione codici QR, dei loro limiti di supporto dei caratteri e dei software di lettura codici per cellulari.

Queste le piante che verranno indicate con i pannelli informativi: Parco Massari (pdf 41Kb), Parco Pareschi (pdf 33Kb), Parco Urbano Bassani (pdf 211Kb).

Scarica il pieghevole informativo:Esterno (pdf 248Kb) Interno (pdf 397Kb)

Social network

È stata svolta una ricerca sui principali social network presenti in rete e confrontati in relazione alla maggiore utenza e a più ampio target di popolazione. In base a questa ricerca e ai risultati emerse dall'indagine sulla percezione, che conteneva domande specifiche sull'uso dei social network, si è deciso di aprire un profilo su facebook. Dal questionario sulla percezione è emerso che facebook è in assoluto il social network più conosciuto e diffuso: circa il 50% degli intervistati conosce facebook e il 65% di coloro che utilizzano i social network hanno un account.

Sul social network sarà a breve attivato un profilo che presenta il progetto e dà risalto alle aree verdi della città di Ferrara:
http://www.facebook.com/FerraraGreen2.0

Ultima modifica: 22-11-2012
REDAZIONE: Centro Idea
EMAIL: e.martinelli@comune.fe.it