Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > I Servizi in rete del Comune di Ferrara > Mappa Opere Pubbliche del Comune di Ferrara > Le Delibere approvate dalla Giunta Comunale
salta i contenuti principali a vai al menu

Le Delibere approvate dalla Giunta Comunale

Anno 2017
18 luglio
Sostegno all'Ente Palio per l'organizzazione della "Tenzone Argentea 2017"
E' di 40mila euro il contributo che il Comune di Ferrara destinerà all'Ente Palio per l'organizzazione del torneo nazionale di Sbandieratori e Musici "Tenzone Argentea 2017", che si svolgerà a Ferrara il 21, 22 e 23 luglio 2017. La manifestazione nazionale coinvolgerà circa 20 gruppi storici italiani con la partecipazione di circa mille persone.

11 luglio

Nuova illuminazione in piazza Ariostea, riasfaltature di strade, luci per la sicurezza esterna allo stadio Mazza 

- Nuova illuminazione in piazza Ariostea e nelle vie circostanti

Riguarda piazza Ariostea e una serie di vie limitrofe il progetto di rifacimento della pubblica illuminazione che consentirà la trasformazione degli esistenti impianti alimentati 'in serie' (non adeguati alle attuali normative e leggi in materia di sicurezza, risparmio energetico e inquinamento luminoso) in impianti 'in derivazione'.
L'intervento si inserisce nei lavori di restauro e riqualificazione della piazza Ariostea (Piano Stralcio Cultura e Turismo - Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 - Art. 1 c. 703 della L. 190/2014), per un importo complessivo di 370.000 euro, oltre che nell'ambito dei lavori di risanamento della rete di pubblica illuminazione cittadina previsti dall'Amministrazione Comunale con il Piano regolatore dell'illuminazione comunale (PRIC).
In dettaglio, le strade interessate dall'intervento, oltre alla piazza Ariostea, saranno: corso Porta Mare nel tratto compreso tra piazza Ariostea e via Rampari di San Rocco, via delle Erbe, via Folegno, via Piazza Ariostea e via Cortile.
I nuovi impianti saranno realizzati nel pieno rispetto delle norme e leggi in materia di pubblica illuminazione, con particolare attenzione al risparmio energetico, alla facilità di manutenzione delle nuove apparecchiature installate e al rispetto della Legge sull'inquinamento luminoso, sempre tenendo conto anche della configurazione storica del contesto in cui verranno installati.
La tipologia dei nuovi impianti sarà diversa a seconda del tipo di strada. Saranno realizzati impianti con apparecchi illuminanti installati su pali per arredo urbano di diversa tipologia per l'anello di piazza Ariostea e per corso Porta Mare; mentre per via Erbe e via Folegno saranno utilizzate mensole a muro (prevedendo il restauro delle mensole esistenti e la fornitura di nuove mensole); e per i portici saranno restaurate le lanterne esistenti che verranno dotate di nuova piastra con cablaggio a Led.
Le sorgenti luminose avranno temperatura di colore bianco-calda a 3000 gradi Kelvin, particolarmente adatta a zone residenziali nel centro storico e a luoghi di aggregazione.
Tutti gli apparecchi saranno dotati di auto-dimmerazione per la riduzione notturna del flusso luminoso, al fine di ottimizzare il risparmio energetico.
Oltre ai nuovi punti luce saranno realizzate nuove linee di alimentazione, tesate, plinti, pozzetti, tubazioni di derivazione e tutte le opere civili necessarie alla completa realizzazione dei nuovi impianti di progetto. (in allegato scheda con il dettaglio delle tipologie impiantistiche previste per ogni via)

- Nuova pavimentazione per una serie di strade comunali
Riguarda dieci diverse strade del territorio comunale di Ferrara, oltre alla rotatoria di via Copparo - via Caretti, il nuovo programma di riasfaltature previsto dal Comune di Ferrara per una spesa complessiva di un milione di euro (Iva compresa)
Ad essere interessate dagli interventi di rifacimento delle pavimentazioni saranno in particolare: via Panigalli, via Massafiscaglia, via della Ricostruzione, via dei Calzolai, via A. Ferraresi, viale Cavour, via Boschetto, via del Platano, la rotatoria via Copparo - via Caretti, via delle Bonifiche, e via Marconi. (in allegato scheda con il dettaglio delle modalità di esecuzione dei lavori per ogni strada)

- Allo stadio Mazza di Ferrara una nuova illuminazione di sicurezza esterna
Rientra fra gli interventi per l'adeguamento dello stadio Paolo Mazza di Ferrara alle prescrizioni per la partecipazione della Spal al campionato di calcio di serie A il progetto illustrato oggi alla Giunta per l'installazione di una nuova illuminazione di sicurezza esterna. 
L'intervento, per una spesa prevista di 43.587 euro (Iva compresa) riguarda, in particolare, tutte le opere necessarie all'adeguamento dell'impianto di illuminazione di sicurezza esterna dello stadio ai fini del raggiungimento dei valori di illuminamento richiesti dalla Lega Calcio Serie A. I corpi illuminanti esistenti, dedicati all'illuminazione di sicurezza ed installati sulle torri faro, saranno sostituiti con nuovi apparecchi. Un nuovo impianto di illuminazione di sicurezza sarà realizzato anche per la tribuna e per la curva coperta. Anche l'impianto nella zona prefiltraggio sarà adeguato.
L'alimentazione degli apparecchi per l'illuminazione di sicurezza sarà di tipo centralizzato e sarà realizzata tramite un nuovo gruppo di continuità UPS da 15 kVA, in sostituzione del gruppo esistente, da posizionarsi in un apposito locale compartimentato, anch'esso da realizzare.

Dalla Regione un supporto economico per il progetto 'Insieme Sicuri'
Prevede anche l'ampliamento della rete di 'Controllo di vicinato' e del sistema di videosorveglianza locale il progetto 'Insieme Sicuri', elaborato dall'Assessorato alla Sicurezza Urbana del Comune di Ferrara, che ha ottenuto un contributo regionale di 74.500 (sulla base della L.R. 24/2003 "Disciplina della polizia amministrativa locale e promozione di un sistema integrato di sicurezza"). Il progetto, al centro di un accordo di programma tra i due enti, approvato oggi dalla Giunta, prevede una serie di azioni che hanno come finalità: consolidare ed ampliare le attività di mediazione sociale e di comunità che fanno capo al Centro di Mediazione, al Grattacielo e in piazzale Castellina, allargate anche alla zona di Barco; implementare una rete di "Controllo di Vicinato" sul territorio comunale ferrarese;  promuovere la facilitazione civico-linguistica dei giovani stranieri che frequentano i parchi della zona stazione, con la creazione di una rete di coordinamento e progettazione tra gli enti coinvolti; promuovere attività di animazione nella zona stazione, grattacielo e parco Giordano Bruno; e implementare il locale sistema di videosorveglianza con particolare attenzione alle aree di accesso alla città e ai territori decentrati (frazioni).
La spesa complessivamente prevista per la realizzazione del progetto ammonta a 125mila euro, di cui 74.500 da finanziare con il contributo della Regione e la quota restante a carico del Comune.
 

4 luglio
Nuove sedute allo stadio Mazza di Ferrara
Rientra fra gli interventi per l'adeguamento dello stadio Paolo Mazza di Ferrara alle prescrizioni per la partecipazione della Spal al campionato di calcio di serie A il progetto per la posa di nuove sedute illustrato oggi alla Giunta dall'assessore Aldo Modonesi e in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.
L'intervento prevede, in particolare, la fornitura e la posa di sedute fisse e ribaltabili e di altri arredi per una spesa complessiva di 176.700 euro (Iva compresa). La soluzione progettuale è il risultato di un'attenta e mediata valutazione delle esigenze tecnico-funzionali e di pubblica sicurezza e mira alla realizzazione di un sistema in grado sia di garantire livelli e standard di servizio adeguati in rapporto ai volumi di utenza previsti sia di massimizzare l'utilizzo dell'impianto.

20 giugno

In programma interventi di manutenzione alla scuola primaria di San Bartolomeo, alla sede del Tribunale di Ferrara e allo stadio Mazza

Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi, con una informativa alla Giunta i progetti relativi ad una serie di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.

LE SCHEDE a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:

- Lavori di adeguamento antincendio e messa a norma in tema di accessibilità della scuola primaria di San Bartolomeo

Consentiranno di adeguare l'edificio della scuola primaria di San Bartolomeo alle normative antincendio e in tema di accessibilità gli interventi programmati dal Comune di Ferrara per una spesa complessiva di 200mila euro (IVA compresa).

In previsione, tra l'altro, interventi in funzione antincendio al vano scala e agli infissi, la realizzazione di una nuova rampa di accesso per persone con difficoltà di deambulazione, una modifica dei vialetti di ingresso per l'abbattimento delle barriere architettoniche e la ristrutturazione del bagno per disabili. Sono inoltre previste lavorazioni di risanamento interno ed esterno al fabbricato per l'adeguamento alle normative di sicurezza, igienico-sanitarie e di miglioramento energetico.

- Interventi di ripristino con miglioramento sismico dell'ala sud della sede del Tribunale di Ferrara

Riguarderà la porzione di edificio dell'ala sud della sede del Tribunale di Ferrara il primo stralcio dei lavori di ripristino, con miglioramento sismico, previsti dal Comune di Ferrara per l'edificio di via Borgo dei Leoni, per una spesa complessiva di 447.852 euro (Iva compresa).

In programma, in particolare, interventi urgenti per la messa in sicurezza delle colonne in muratura dell'atrio di ingresso.

- Allo Stadio Mazza un nuovo impianto di illuminazione per il campo di calcio

Rientrano tra gli interventi per l'adeguamento dello Stadio Paolo Mazza di Ferrara alle prescrizioni per la partecipazione al campionato di calcio di serie A i lavori per l'installazione di un nuovo impianto di illuminazione del campo di calcio, programmati dal Comune di Ferrara, per una spesa complessiva di 1.178.000 euro (Iva compresa).

Gli interventi hanno la finalità di incrementare i valori di illuminamento attuali del campo di gioco, con l'installazione di nuovi proiettori, la rilocazione dei proiettori esistenti e la realizzazione dell'impiantistica elettrica per l'alimentazione. Le opere strutturali riguardano sostanzialmente la realizzazione di 4 nuove torri a sostegno dei proiettori e delle relative fondazioni, poichè le torri esistenti risultano non idonee. La Torre 1 sarà realizzata in area interna alla recinzione storica dello stadio, ad est della tribuna sud; la Torre 2 sarà realizzata all'interno dell'area di servizio annessa esterna angolo via Cassoli - via Monte Grappa, ad est della gradinata nord; la Torre 3 sarà realizzata all'interno dell'area annessa esterna angolo via Cassoli - via Ortigara, ad ovest della gradinata nord; la Torre 4 sarà realizzata in area interna alla recinzione storica dello stadio, ad ovest della tribuna sud in prossimità della vecchia casa del custode.

Un nuovo impianto di illuminazione di sicurezza sarà realizzato anche per la tribuna e per la curva coperta. Anche l'impianto nella zona prefiltraggio sarà adeguato.


12 giugno

In programma nuovi interventi di manutenzione per strade, scuole e stadio comunale

Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta i progetti relativi ad una serie di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.

LE SCHEDE a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:

- Allo stadio comunale "Paolo Mazza" nuovi tornelli e barriere rimovibili (tipo Betafence), nell'ambito degli interventi di adeguamento alle nuove prescrizioni di sicurezza

Il progetto di adeguamento, si prefigge di riorganizzare, ottimizzare ed adeguare alle vigenti prescrizioni di sicurezza gli spazi pubblici dell'impianto, garantendo una logica continuità agli interventi già realizzati attraverso i precedenti stralci funzionali.

Gli interventi prevedono la fornitura e l'installazione di sistemi di controllo e rilevamento accessi (tornelli a tutta altezza) con il relativo software di gestione, e di barriere rimovibili tipo Betafence.

La soluzione progettuale è scaturita da un'attenta e mediata valutazione delle esigenze di carattere sia tecnico-funzionale che di pubblica sicurezza, mira alla realizzazione di un sistema atto a garantire livelli e standard di servizio adeguati in rapporto ai volumi di utenza previsti e tale, altresì, da massimizzare l'utilizzo dell'impianto.

Importo complessivo: 91.500 euro (Iva compresa) per i tornelli e 244.000 euro (Iva compresa) per le barriere rimovibili.

- Fondi a disposizione per la manutenzione delle strade 'bianche' comunali

E' di 200mila euro lo stanziamento messo a disposizione dall'Amministrazione comunale per i lavori di manutenzione ordinaria e per eventuali lavori urgenti sulle strade 'bianche' del territorio comunale. La somma a disposizione sarà in particolare utilizzata per il ripristino di selciati deteriorati e l'eliminazione di situazioni di potenziale pericolo per la circolazione.

Rifacimento delle coperture di quattro edifici scolastici

E' di 400mila euro la somma messa a disposizione dall'Amministrazione comunale per la manutenzione straordinaria e il rifacimento delle coperture di quattro edifici che ospitano scuole per l'infanzia. Si tratta della scuola dell'infanzia "Satellite" (via Zucchelli, 24), della scuola dell'infanzia "Jovine" (via del Guercino, 16), del nido "Girasoli" (via dell'Ippogrifo, 3) e del nido "il Trenino" (via Bisi, 3 a S. Martino).

- Lavori di sostituzione di infissi in tre scuole

Sono tre gli edifici scolastici che saranno interessati da Lavori di sostituzione di infissi, per una spesa complessiva di 400mila euro: la scuola per l'Infanzia "R. Benzi" (v. Chiesa, 107 - S. Martino), la scuola primaria "Villaggio INA" (v. dell'Indipendenza, 44 - Barco) e la

scuola secondaria di Primo Grado (v. Monte Oliveto - Baura)

- Completamento delle opere di urbanizzazione in via Pontonara a S. Martino

L'intervento, dell'importo complessivo di Euro 69.340 euro (IVA compresa) prevede di realizzare una serie di opere di urbanizzazione infrastrutturali in via della Pontonara, in Località San Martino, a completamento di lavori rimasti incompiuti nell'ambito dell'attuazione del Piano Particolareggiato di iniziativa Privata. Pertanto il Comune di Ferrara, riscontrate le difformità suddette, interverrà in via surrogativa, rispetto al soggetto attuatore del piano particolareggiato, a completare le opere di urbanizzazione non eseguite, avendo già provveduto ad escutere la relativa polizza fideiussoria .

Il progetto prevede la realizzazione di tutte le opere mancanti a completamento dei lavori di urbanizzazione relativi al piano particolareggiato di iniziativa privata sottozona C/2 in Via della Pontonara, a San Martino: Marciapiedi in masselli autobloccanti, demolizione della pavimentazione in conglomerato bituminoso con ripristini e realizzazione del pacchetto stradale, realizzazione del tappeto d'usura sull'intera area di intervento, segnaletica e opere a verde.

- Abbattimento delle barriere architettoniche in scuole ed edifici pubblici

L'intervento progettato, per una spesa complessiva di 100mila euro (Iva compresa) prevede l'eliminazione delle barriere architettoniche, tramite la realizzazione di rampe o l'installazione di piattaforme elevatrici esterne, al fine di consentire la totale e autonoma accessibilità in tre plessi edilizi di proprietà del Comune di Ferrara: la scuola elementare Statale "G. Leopardi" (v. G. Boccaccio, 4 - Ferrara), la scuola dell'infanzia di v. Madonna della Neve, 53 a Fossanova S. Marco (FE), e la Piccola Casa presso l'Istituto Comprensivo statale "De Pisis" di v.le Krasnodar, 112 - Ferrara.
 

26 maggio

Un accordo tra Comune e Monastero di Sant'Antonio in Polesine per i restauri al secondo chiostro

Sarà il Comune di Ferrara a svolgere il ruolo di 'Stazione appaltante' per l'intervento di restauro in programma al II Chiostro del Monastero cittadino di Sant'Antonio Abate, mentre la Comunità monastica che vi risiede si occuperà degli incarichi per la progettazione e la direzione lavori.
A prevederlo è la convenzione che è stata approvata stamani dalla Giunta municipale e che sarà sottoscritta dai due partner per regolare i reciproci rapporti in funzione realizzazione dell'intervento. Quest'ultimo sarà finanziato, per la spesa prevista di 1.300.000 euro, con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) stanziate dalla Delibera CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) dell'1 maggio 2016 a favore degli interventi del 'Ducato Estense'.
Come riportato nel testo della convenzione, per garantire la riservatezza e il rispetto della condizione di clausura delle monache di Sant'Antonio in Polesine, la stessa comunità monastica si è resa disponibile a sostenere con fondi propri (fuori dai fondi del Ducato Estense) l'onere finanziario relativo alle attività di progettazione, coordinamento della sicurezza e direzione lavori, a condizione di poter incaricare professionisti con i quali ha un vincolo fiduciario, donando poi il progetto all'Amministrazione comunale, per l'espletamento della gara di affidamento dei relativi lavori.
Questi saranno finalizzati al completamento del restauro e del risanamento conservativo del II Chiostro, per riportare l'intero Monastero Benedettino al suo aspetto originario e ampliarne l'ospitalità, per l'accoglienza di gruppi e singole persone in pellegrinaggio o in visita agli affreschi del Coro monastico di scuola Giottesca.
Il Comune di Ferrara svolgerà il ruolo di Stazione appaltante, sarà responsabile della corretta e regolare esecuzione dei lavori, e implementerà il sistema di monitoraggio degli investimenti pubblici al fine di garantire i corretti flussi informativi.


9 maggio 

Via libera al recupero di Palazzo Schifanoia e a uno stanziamento per la manutenzione delle strade
Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi, con una informativa alla Giunta, due  progetti relativi a opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali:
- A Palazzo Schifanoia restyling post sisma, con l'apertura di nuovi ambienti da restaurare
Dopo il sisma del 2012, è giunta anche per Palazzo Schifanoia l'ora della riparazione delle ingiurie subite, che sarà accompagnata da un'opera di ampliamento degli spazi museali, con il restauro e la valorizzazione di nuovi ambienti. Accanto, infatti, a una serie di interventi di rafforzamento strutturale mirati a un miglioramento della risposta sismica dell'intero edificio, il progetto esecutivo vagliato stamani dalla Giunta, prevede una riorganizzazione del museo, con l'apertura, accanto agli spazi espositivi della fabbrica trecentesca e agli ambienti del piano nobile, di ulteriori stanze dell'ala quattrocentesca. In questa ottica, gli interventi architettonici previsti comprendono il recupero di una serie di ambienti, con il restauro e la valorizzazione dei lacerti di pitture murali riemerse dai saggi stratigrafici, che sono stati eseguiti negli spazi della "Stanza della Loggia" e del soffitto ligneo di questa ed altre stanze seguenti, attualmente nascosti da "controsoffitti" in canniccio. Saranno inoltre eseguiti lavori per il superamento delle barriere architettoniche e la dotazione di servizi igienici.
Tra gli interventi strutturali previsti, oltre alle opere di riparazione e ripristino (iniezione delle lesioni, interventi 'scuci-cuci', cuciture armate, ristilatura dei giunti di malta), figurano invece l'irrigidimento diffuso dei solai lignei di piano e di sottotetto, il consolidamento delle travi composte e l'inserimento di catene. E' inoltre previsto il tamponamento strutturale di aperture esistenti, in particolare sulla facciata nord, per integrare i maschi murari esistenti ed ottenere un miglioramento del comportamento statico e sismico delle pareti.
La spesa complessivamente prevista è di 2.907.476 euro (iva compresa).
- Manutenzione delle strade cittadine con pavimentazione in 'materiale lapideo'
E' di 500mila euro (iva compresa) la somma destinata dall'Amministrazione comunale agli interventi di manutenzione delle strade cittadine pavimentate con 'materiale lapideo'. Il progetto approvato dalla Giunta consentirà, nello specifico, di finanziare gli interventi che si renderanno necessari nei prossimi mesi, sulla base di segnalazioni ed esigenze specifiche e urgenti, per ripristinare tratti stradali deteriorati o per eliminare condizioni di potenziale pericolo per la circolazione.

La realizzazione della ciclabile di via Conca candidata a un cofinanziamento regionale
E' finalizzata a rendere più sicura la mobilità ciclabile in via Conca a Malborghetto di Boara, nel tratto da via Calzolai a via F.lli Navarra, la pista ciclabile per la cui realizzazione il Comune di Ferrara chiederà l'assegnazione di un finanziamento con risorse stanziate nel Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) - Programma Ciclabili della Regione Emilia Romagna.
Con Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del 10/11/2016 è stata infatti destinata una somma di 12.348.426 euro per il cofinanziamento (fino a un massimo del 505) dei costi di progettazione e realizzazione di interventi di sicurezza stradale per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali. La somma è stata poi ripartita tra le Regioni, con l'assegnazione alla Regione Emilia Romagna, della somma di euro 1.281.571 suddivisa in tre annualità.
Il cofinanziamento regionale che sarà richiesto dal Comune di Ferrara per la realizzazione dell'itinerario ciclabile di via Conca ammonta a 250mila euro, ossia al 50% della spesa complessivamente prevista (oneri fiscali compresi) dal progetto elaborato dal Servizio Infrastrutture e Mobilità.

Approvata la programmazione degli interventi per la prevenzione incendi, la presenza di amianto e la vulnerabilità sismica degli edifici comunali
Ha ricevuto la ratifica della Giunta la documentazione inerente la rendicontazione 2016 e la  programmazione 2017 sia delle attività finalizzate all'adeguamento degli immobili comunali alle normative di prevenzione incendi, sia degli interventi relativi alla presenza di amianto negli edifici sensibili comunali, sia degli interventi di verifica della vulnerabilità sismica degli edifici.


2 maggio
In via Brasavola nuova pavimentazione per i marciapiedi e la carreggiata in acciottolato
Prevede il completo rifacimento delle pavimentazioni della carreggiata e dei marciapiedi di via Brasavola il progetto che è stato illustrato stamani alla Giunta dall'assessore Aldo Modonesi. L'intervento, in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali, comporterà una spesa complessiva di 400mila euro (Iva compresa) a carico dell'Amministrazione stessa.
Il tratto di strada oggetto dei lavori, compreso tra via Camposabbionario e via Ghisiglieri, ha una lunghezza di circa 300 metri e una pavimentazione che si presenta al momento avvallata e sconnessa in più punti.
Obiettivo del progetto è la realizzazione della nuova pavimentazione della carreggiata mediante il recupero dell'esistente acciottolato e il completo rifacimento del relativo sottofondo. E' inoltre previsto il rifacimento dei marciapiedi con cordonatura e pavimento in trachite e la realizzazione di un camminamento in lastre di trachite, alla stessa quota della pavimentazione della strada, tra via Camposabbionario e il numero civico 10.
Hera spa, in accordo con il Comune di Ferrara, procederà poi al rifacimento, a proprio carico, della rete idrica, del collettore fognario e dell'allacciamento degli scarichi privati al nuovo collettore.
L'esecuzione dei lavori richiederà la chiusura della strada al traffico veicolare, possibilmente per tratti in fasi diverse.

26 aprile

Interventi di ripristino post sisma all'ex Monastero di San Paolo e al Palazzo del Podestà e opere di manutenzione per scuole e segnaletica 
Sono stati illustrati stamani dall'assessore Aldo Modonesi con una informativa alla Giunta i  progetti relativi ad una serie di opere pubbliche in programma nel territorio comunale. Gli interventi sono in via di approvazione e assegnazione da parte dell'Amministrazione comunale, con determine dirigenziali.

LE SCHEDE a cura dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e Mobilità:
- Restauro e ripristino funzionale dell''Ex Monastero di San Paolo - ex Carceri di San Paolo'
Consentirà di rendere il complesso dell'ex Monastero di San Paolo (in foto) maggiormente accessibile e utilizzabile rispetto ad oggi l'intervento di restauro, riparazione e miglioramento post sisma programmato dal Comune di Ferrara per una spesa complessiva di 2.341.098 euro (Iva compresa). Attraverso l'opera di restauro e riabilitazione funzionale dell'intero complesso architettonico si punta infatti a garantire l'accessibilità e la possibilità di utilizzo, con standard prestazionali superiori all'esistente, gli ambienti ai diversi piani. (in allegato, scaricabile a fondo pagina, i dettagli del progetto)

- Rafforzamento strutturale post sisma del Palazzo del Podestà
Puntano ad ottenere una migliore risposta sismica del Palazzo del Podestà gli interventi progettati dal Comune di Ferrara per il rafforzamento locale delle strutture e la riparazione del danno già subito dall'immobile. Le opere architettoniche comprenderanno lavorazioni edili proprie delle assistenze murarie e di finitura strettamente legate alle opere strutturali nonché impiantistiche, oltre agli interventi di ripristino e consolidamento degli affreschi pittorici, oggetto di specifico studio da parte di specialista restauratore. Il progetto prevede anche la sistemazione degli impianti meccanici per la termo-climatizzazione dell'intero edificio. La spesa complessivamente prevista ammonta a 332.928 euro (Iva compresa).

- Stanziamenti per la manutenzione di scuole ed edifici comunali 
Ammonta a 450mila euro (iva compresa) la somma messa a disposizione dall'Amministrazione comunale per l'esecuzione di lavori di manutenzione e pronto intervento da eseguire nelle scuole e nei fabbricati di sua proprietà. Lo stanziamento riguarda gli interventi che si renderanno necessari nel corso del 2017, sulla base di esigenze specifiche e urgenti, e non rientranti nella programmazione ordinaria. Tra questi sono già previsti il rifacimento del coperto del Nido Neruda e il rimaneggiamento del coperto della scuola primaria B. Rossetti e della sede della Contrada S. Benedetto.

- Manutenzione della segnaletica per una cinquantina di strade comunali
Riguarderanno 53 strade del territorio comunale gli interventi di manutenzione ordinaria della segnaletica orizzontale previsti dal Comune di Ferrara per l'anno in corso per una spesa di complessiva di 258mila euro  (Iva compresa). In programma operazioni di verniciatura delle piattaforme stradali, sia di primo impianto che di ripasso, con strisce (12 -15 cm) continue o discontinue, simboli, iscrizioni, fasce d'arresto, passaggi pedonali, zebrature, passaggi a livello, ecc, con vernice rifrangente spartitraffico.
 


18 aprile
Confermata la collaborazione per la promozione delle manifestazioni del Palio 2017
Prosegue anche per questo 2017 tra Comune ed Ente Palio la stretta collaborazione per la valorizzazione delle manifestazioni del Palio e delle attività delle contrade. A confermare ufficialmente l'intesa sarà la firma di una nuova convenzione, approvata stamani dalla Giunta, che prevede tra l'altro l'erogazione da parte dell'Amministrazione comunale di un contributo a favore dell'Ente Palio di 120mila euro per lo svolgimento delle attività in programma nell'anno in corso, tra cui gli Omaggi al Duca, le gare degli sbandieratori e il corteo storico, oltre alle corse storiche in piazza Ariostea e ai Campionati nazionali degli sbandieratori di giugno.
La prosecuzione della collaborazione si fonda sulla volontà dei due partner di continuare a promuovere le attività delle contrade, che in questi ultimi anni hanno visto un crescente interesse e coinvolgimento del pubblico non solo ferrarese e che rientrano a pieno titolo tra gli eventi culturali e turistici di punta della città.

11 aprile
Trasporti ferroviari a Ferrara: approvato l'aggiornamento del progetto per il completamento della suburbana di superficie
Aggiornamenti sul fronte dei trasporti ferroviari sono stati presi in esame stamani dalla Giunta, con particolare riguardo per il progetto relativo al nuovo assetto dei trasporti ferroviari nel Comune di Ferrara. Si tratta del progetto esecutivo delle opere di completamento della suburbana di superficie che permetterà la realizzazione di un collegamento ferroviario tra la città di Ferrara ed il nuovo Polo Ospedaliero di Cona, con sette fermate intermedie. Le opere di maggior rilievo del progetto prevedono l'affiancamento e l'interramento delle due ferrovie Ferrara-Codigoro e Ferrara-Rimini nel tratto che attraversa la città, per una lunghezza di circa 800 metri. Con questo intervento si andrà, inoltre, a completare il collegamento diretto delle linee ferroviarie Rimini-Ferrara e Ferrara-Suzzara sotto passando la linea Bologna-Padova ed evitando così l'entrata in stazione dei convogli ferroviari di trasporto merci.
L'intervento è oggetto di un accordo tra il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, la Regione Emilia Romagna, il Comune di Ferrara, RFI Spa e FER Srl che definisce gli obiettivi del progetto, il ruolo dei vari Enti e le relative quote di cofinanziamento.
A seguito della risoluzione del contratto con l'impresa appaltatrice dei lavori, FER Srl (soggetto attuatore dell'intervento) ha provveduto alla ridefinizione e all'aggiornamento del progetto delle opere di completamento, al fine di potere riattivare le procedure di gara per l'appalto ed il riavvio dei lavori. L'approvazione odierna dell'aggiornamento da parte della Giunta è infatti funzionale all'avvio della gara d'appalto previsto nei prossimi giorni.
Il costo complessivo dei lavori di completamento al netto delle opere già eseguite ammonta a  42.752.867 euro di cui 37.745.024 euro a base d'asta. L'aggiornamento del nuovo quadro economico di spesa richiederà al Comune di Ferrara una variazione del proprio Bilancio di previsione 2017-2019.

4 aprile

Il Comune incaricato dell'intervento di recupero della Chiesa di San Carlo Borromeo
Sarà il Comune di Ferrara a svolgere il ruolo di 'soggetto attuatore' dell'intervento edile e impiantistico previsto per la Chiesa di San Carlo Borromeo (in corso Giovecca 19 a Ferrara), di proprietà dell'Azienda Usl. I lavori saranno finanziati con una somma di 700mila euro proveniente dai fondi regionali per i beni danneggiati dal sisma del 2012. In base alla convenzione che è stata approvata oggi dalla Giunta e che sarà sottoscritta da Usl e Comune, quest'ultimo provvederà al progetto, alle gare d'appalto e alla completa realizzazione dell'intervento.


21 marzo
Per la scuola De Pisis di Porotto un progetto di miglioramento dell'efficienza energetica
Ha ottenuto un finanziamento agevolato dal cosiddetto 'Fondo Kyoto' (Decreto Interministeriale 14/04/2015) a sostegno degli interventi di efficientamento energetico degli edifici scolastici, il progetto, per ora in fase preliminare, approvato oggi dalla Giunta, per la riqualificazione della scuola secondaria "De Pisis" di Porotto.
Obiettivi del progetto sono quelli di apportare migliorie al sistema impiantistico dell'edificio per garantire una maggiore efficienza energetica in termini di prestazioni, di riduzione della manutenzione e di riduzione dell'impatto ambientale.
La spesa preventivata è di 420.000 euro (Iva compresa)

28 febbraio
Dalla Giunta parere favorevole per il progetto di creazione della terza corsia dell'Autostrada A13
Interesserà il territorio comunale di Ferrara per un tratto della lunghezza di 200 metri, in corrispondenza del casello di Ferrara sud, il progetto di creazione di una terza corsia dell'Autostrada A13 Bologna-Padova per il quale la Giunta comunale ha espresso oggi il proprio parere favorevole, con un atto di orientamento. L'intero progetto di ampliamento dell'A13 riguarda il tratto tra Ferrara sud e Arcoveggio e per la sua realizzazione Autostrade per l'Italia ha chiesto al Ministero dell'Ambiente l'attivazione di una Procedura di Valutazione di Impatto ambientale.
Nei giorni scorsi si è tenuta una riunione tecnica fra i Servizi del Comune di Ferrara competenti (Ambiente, Ufficio di Piano, Infrastrutture e Mobilità, Pianificazione) nel corso della quale sono state formulate alcune osservazioni al progetto che saranno trasmesse alla Regione Emilia Romagna e che puntano a ridurre gli impatti ambientali e acustici dell'opera, oltre che a limitare i disagi per la viabilità nel periodo di esecuzione dei lavori.

21 febbraio
Accordo col MiBACT per i restauri alla Chiesa di San Paolo e al Monastero di Sant'Antonio
Sarà il Comune di Ferrara a svolgere il ruolo di 'Stazione appaltante' per i due interventi di restauro relativi alla Chiesa di San Paolo e al II Chiostro del Monastero di Sant'Antonio Abate finanziati con  risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) stanziate dalla Delibera CIPE dell'1 maggio 2016 a favore degli interventi del 'Ducato Estense'. A prevederlo è il disciplinare, che è stato approvato stamani dalla Giunta e che mira a regolare i rapporti tra il Comune di Ferrara e il Segretariato Generale - Servizio II del MiBACT (responsabile proprio del Piano Stralcio per l'attuazione degli interventi del 'Ducato Estense'), stabilendo modalità e procedure di attuazione delle opere.
Il provvedimento è stato definito a seguito del rilascio delle autorizzazioni al Comune di Ferrara all'esecuzione degli interventi da parte dei proprietari dei due immobili, ossia la Parrocchia della Conversione di San Paolo, per l'omonima chiesa, e l'Agenzia del Demanio, per il Monastero di Sant'Antonio.
Come ricordato nell'atto, l'intervento per la ristrutturazione e il restauro della Chiesa di San Paolo (di importo pari a 3.000.000 euro) è finalizzato all'esecuzione delle opere necessarie a consentire la riapertura della chiesa, simbolo del patrimonio d'arte, cultura e fede della città di Ferrara, tanto all'esercizio del culto quanto alla fruizione turistico-culturale. Mentre i lavori al Monastero di Sant'Antonio in Polesine (di importo pari a 1.300.000 euro) sono finalizzati al completamento del restauro e del risanamento conservativo del II Chiostro, per riportare l'intero Monastero Benedettino al suo aspetto originario e ampliarne l'ospitalità, per l'accoglienza di gruppi e singole persone in pellegrinaggio o in visita agli affreschi del Coro monastico di scuola Giottesca.
In base al disciplinare, il Comune di Ferrara svolgerà il ruolo di Stazione appaltante, sarà responsabile della corretta e regolare esecuzione dei lavori, e implementerà il sistema di monitoraggio degli investimenti pubblici al fine di garantire i corretti flussi informativi. Il Segretariato Generale, invece, seguirà l'attuazione e il monitoraggio procedurale e finanziario degli interventi, autorizzando i trasferimenti finanziari.

14 febbraio

Protezione civile: nuovo accordo con le associazioni di volontariato per il coordinamento delle attività sul territorio  
Sarà sempre l'Associazione Nazionale Carabinieri Alto Ferrarese (Anc) a fare da capofila delle varie associazioni di volontariato di Protezione civile del territorio per la sottoscrizione con il Comune di Ferrara, (capofila dell'associazione intercomunale Terre Estensi) della nuova convenzione, valida fino al 30 giugno 2017, per la definizione delle modalità di intervento da adottare in caso di calamità nel territorio dei tre Comuni di Ferrara, Masi Torello e Voghiera.
In base all'accordo, approvato oggi dalla Giunta, l'Anc avrà compiti di coordinamento delle attività che saranno svolte, anche in caso di emergenza, dalle diverse associazioni di volontariato di Protezione civile aderenti alla convenzione: AGESCI zona di Ferrara (Ass. Guide e Scout Cattolici); A.F.F. (Ass.ne Fuoristrada Ferrarese); A.N.P.D.I. (Ass.ne Nazionale Paracadutisti d'Italia); A.V.P.C. Ferrara (Ass.ne Volontari Protezione Civile); C.E.R.P. (Centro Emergenza Radio Paracadutisti); ESTENSE DOG; G.E.V. Ferrara (Guardie Ecologiche Volontarie); G.S.F. (Gruppo Subacqueo Ferrarese); Gruppo Salvataggio Onda Azzurra.
Fra gli interventi previsti in caso di calamità figurano l'assistenza alla popolazione e alle persone evacuate; il soccorso a persone rimaste isolate e il monitoraggio del territorio intercomunale. Le associazioni coinvolte si occuperanno inoltre di attività di informazione alla popolazione, anche con opuscoli informativi, in relazione agli scenari di rischio presenti sul territorio intercomunale; oltre che di attività di supporto logistico e operativo, con mezzi e personale, nell'ambito delle esercitazioni di protezione civile e delle attività dimostrative e di sensibilizzazione dei cittadini sui temi di protezione civile.
A supporto delle attività previste dall'accordo, l'Anc, in quanto associazione capofila, riceverà dall'associazione intercomunale Terre Estensi un contributo di 5mila euro per i primi sei mesi del 2017.

Convenzione con il Conservatorio per il recupero dell'auditorium e della Cella del Tasso
Ha l'obiettivo di definire i compiti di Comune e Conservatorio di Ferrara la nuova convenzione, ratificata oggi dalla Giunta, in relazione alla progettazione del recupero complessivo dell'Auditorium annesso al Conservatorio, con l'obiettivo finale di aprirlo al pubblico anche attraverso l'eliminazione delle barriere architettoniche per l'accessibilità ai locali sotterranei e alla cella del Tasso. La convenzione fa seguito al Protocollo d'intesa sottoscritto tra Comune, Demanio e Conservatorio il 30 giugno 2016 (v. Cronacacomune del 30 giugno 2016 ) e prevede che sia il Conservatorio, come ente appaltante dell'intervento, a occuparsi sia dell'affidamento della progettazione, a tecnici da esso stesso individuati, sia delle procedure per l'appalto e la stipula del contratto. Il Comune, attraverso i propri uffici competenti, si impegna invece a dare assistenza al Conservatorio per le procedure amministrative attinenti la partecipazione a un bando nazionale per il finanziamento dell'opera, alla stesura e stipula del contratto e ad ogni altra procedura amministrativa finalizzata all'appalto.
 


7 febbraio
Definitivamente confermata l'area pedonale in via Saraceno
Dopo la sperimentazione iniziata nel periodo natalizio, il tratto di via Saraceno tra via Scienze e via Cammello diventa definitivamente area pedonale con validità tutti i giorni dalle 0 alle 24.
L'iniziativa era stata adottata dall'Amministrazione comunale a conclusione dei lavori di riqualificazione della via, nel dicembre scorso, in risposta anche alle richieste, più volte avanzate dai commercianti della via, di incentivare il transito pedonale, in continuità con la via Mazzini. 
La misura, che ha ottenuto anche l'assenso dell'Ufficio Benessere ambientale del Comune, per quanto attiene la mobilità delle persone con limitate capacità motorie, è in linea anche con le indicazioni del Piano Aria integrato regionale che comprende fra i provvedimenti per ridurre i livelli di inquinanti nell'aria l'individuazione di nuove aree pedonali nei centri storici.

17 gennaio
Confermata l'area pedonale in via Saraceno, in attesa del provvedimento definitivo
Dopo la sperimentazione del periodo natalizio, il tratto di via Saraceno tra via Scienze e via Cammello resterà area pedonale in attesa della verifica del gradimento della misura da parte della città, per la sua eventuale trasformazione in provvedimento definitivo. La Giunta ha infatti dato il proprio assenso, con un atto di orientamento, alla prosecuzione del provvedimento sperimentale di pedonalizzazione (con validità tutti i giorni dalle 0 alle 24) attuato a conclusione dei lavori di riqualificazione della via, nel dicembre scorso. L'iniziativa era stata adottata dall'Amministrazione comunale in risposta anche alle richieste, più volte avanzate dai commercianti della via, di incentivare il transito pedonale, in continuità con la via Mazzini. 
La misura, che ha ottenuto anche l'assenso dell'Ufficio Benessere ambientale del Comune, per quanto attiene la mobilità delle persone con limitate capacità motorie, sarà sottoposta anche all'attenzione di un tavolo di confronto, in via di attivazione, con associazioni di categoria e cittadini, prima di dar corso all'adozione del provvedimento di pedonalizzazione definitivo. 

10 gennaio
Candidato a cofinanziamento ministeriale il progetto 'Poli.s' del Comune di Ferrara per la mobilità sostenibile
Comprende anche la realizzazione della ciclabile Ferrara - Ospedale di Cona il progetto 'Poli.s' (Poli sostenibili) predisposto dal Servizio Infrastrutture e Mobilità del Comune di Ferrara che sarà candidato per l'assegnazione di un cofinanziamento del Ministero dell'Ambiente, nell'ambito del "Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro".
Le numerose azioni e attività inserite nella proposta progettuale sono frutto di un'elaborazione che ha visto il coinvolgimento anche dell'Agenzia Mobilità e Impianti (Ami), dell'Azienda Ospedaliera, dell'Università di Ferrara, della Società Ferrara TUA Srl, di Arpae Emilia Romagna (Sezione provinciale di Ferrara) del Politecnico di Milano e dell'Istituto Comprensivo n. 5 Dante Alighieri di Ferrara.
Oltre alla progettazione e realizzazione dell'itinerario ciclabile Ferrara - Ospedale Sant'Anna di Cona, il progetto prevede: il rilascio di buoni mobilità; la realizzazione in città di tre nuove postazioni di bike sharing (Ospedale di Cona, Bagni Ducali e centro storico giardini Cavour) e la riqualificazione di parte delle postazioni esistenti; la creazione di una "velostazione": deposito bici custodito nei pressi della stazione ferroviaria; abbonamenti agevolati per l'utilizzo del trasporto pubblico locale per i dipendenti dell'Azienda Ospedaliera oltre a contributi economici per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita per gli spostamenti casa-lavoro; la posa presso l'ospedale di due pensiline fotovoltaiche per il ricovero e la ricarica delle bici a pedalata assistita; la promozione del car pooling attraverso l'attivazione di un software dedicato; e la promozione di Pedibus e Bicibus per gli spostamenti casa-scuola.
La spesa complessivamente preventivata per la realizzazione delle iniziative ammonta a  1.884.625, che si prevede di finanziare per la somma di un milione di euro con contributo Ministeriale e per la quota restante con risorse del Comune, indebitamento, avanzo vincolato e contributi di terzi (Ferrara Tua Srl e Azienda Ospedaliera).
La candidatura del progetto, che è stata autorizzata dalla Giunta, intende rispondere all'avviso pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 239 del 12/10/2016 per il «finanziamento di progetti, predisposti da uno o più enti locali e riferiti a un ambito territoriale con popolazione superiore a 100.000 abitanti, diretti a incentivare iniziative di mobilità sostenibile, incluse iniziative di piedibus, di car-pooling, di car-sharing, di bike-pooling e di bike-sharing, la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, di laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili, di programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell'inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici o delle sedi di lavoro, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria».

 
Ultima modifica: 18-07-2017
REDAZIONE: Mappa Opere Comune di Ferrara
EMAIL: