Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
salta i contenuti principali a vai al menu

La storia di A21 a Ferrara

Il Comune e la Provincia di Ferrara, negli ultimi anni, si sono orientati verso un nuovo modo di governare, basato su un approccio intersettoriale e partecipato. A tal fine, si sono impegnati a diffondere la cultura della sostenibilità soprattutto tra i giovani, a favorire le partnership e la nascita di nuove idee, a valorizzare il ruolo di Ferrara come esempio di buona pratica a livello nazionale e internazionale.

Nel 1996, il Comune di Ferrara ha sottoscritto la Carta delle città europee per uno sviluppo durevole e sostenibile o Carta di Aalborg (File Pdf, 232 Kb), impegnandosi in tal modo ad attivare un processo di Agenda 21 Locale.

Nell'aprile del 1999, nella città di Ferrara, si è costituito ufficialmente il Coordinamento Nazionale Agende 21 Locali Italiane ed è stata sottoscritta (da 45 enti locali e da 10 organizzazioni sostenitrici) la carta di intenti del Coordinamento, denominata Carta di Ferrara (File Pdf, 42 Kb).

Propedeutica all'attivazione del processo di Agenda 21 Locale a Ferrara, è stata l'organizzazione di un "Seminario Europeo di Simulazione Partecipativa" (svoltosi il 19 novembre 1999), un momento preparatorio volto a testare la metodologia, a conoscere le percezioni dei portatori di interesse ed ad avere un primo contributo sulle problematiche considerate "sensibili" per lo sviluppo sostenibile della città e della provincia. Tale workshop, che ha coinvolto 32 partecipanti rappresentanti quattro gruppi di interesse (cittadini/associazioni, esperti tecnologici, amministratori, mondo imprenditoriale), ha avuto l'obiettivo di individuare lo scenario Ferrara Sostenibile nel 2010 (File Pdf, 16 Kb) e le azioni necessarie per il suo raggiungimento.

Alla fine del 1999, la Giunta Comunale ha approvato, con un atto ufficiale, la Dichiarazione di Sostenibilità (File Pdf, 37 Kb) per il proprio Ente (e lo stesso ha fatto la Giunta Provinciale); si tratta di un documento col quale l'Amministrazione si impegna ad adoperarsi per uno sviluppo del territorio ferrarese fondato sull'equilibrio tra le componenti economica, ambientale e sociale.

Nello stesso periodo, il Comune e la Provincia di Ferrara, seguendo le indicazioni dell'ONU, si sono posti l'obiettivo di attivare Forum A21, al fine di definire un Piano d'Azione per la sostenibilità del territorio ferrarese, in maniera partecipata e condivisa, e coerentemente con i principi dell'Agenda 21.
Sono questi i primi passi di un processo avviato dall'Amministrazione Comunale di Ferrara (in "associazione" con la Provincia), volto alla promozione dello sviluppo sostenibile e che trova nell'Agenda 21 Locale uno degli strumenti più adatti a definire le azioni attraverso cui rimodellarsi in chiave di sostenibilità.
Ultima modifica: 31-10-2014
REDAZIONE: Centro Idea
EMAIL: idea@comune.fe.it