Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > Guida ai Servizi > Contributi e agevolazioni sociali > Contributi per l'abbattimento delle barriere architettoniche
salta i contenuti principali a vai al menu

Contributi per l'abbattimento delle barriere architettoniche

La legge n. 13/1989 prevede l'erogazione di contributi economici a fondo perduto per la realizzazione di opere finalizzate al superamento e alla eliminazione di barriere architettoniche a favore di portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti.

Requisiti
Il contributo può essere richiesto in presenza dei seguenti requisiti:
1) essere portatore di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti (cecità, menomazioni relative alla deambulazione e alla mobilità ecc.);
2) residenza anagrafica dell'invalido nell'immobile per il quale si chiede il contributo;
3) l'immobile per il quale si chiede il contributo deve essere:
- già esistente alla data del 11/8/1989 (primo giorno posteriore a sei mesi dall'entrata in vigore della legge n. 13/89)
- non ristrutturato dopo l'11/8/1989
- edificio privato, edificio di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata o edificio adibito a centro o istituto residenziale per l'assistenza agli invalidi;
4) non avere eseguito i lavori prma della presentazione della domanda.

Chi può presentare la domanda
Possono presentare la domanda:
1) la persona con disabilità;
2) chi esercita la potestà, la tutela o la procura o amministrazione di sostegno.

Chi ha diritto al contributo
L'avente diritto al contributo è colui che sostiene la spesa per l'intervento. Può essere lo stesso disabile richiedente o un soggetto diverso (ad es. chi ha in carico il portatore di handicap, il proprietario dell'immobile o l'amministratore del condominio) che deve sottoscrivere la domanda, unitamente al richiedente, per conferma del contenuto e per adesione.

Tipi di intervento
I contributi possono essere concessi per interventi finalizzati all'eliminazione di barriere architettoniche per consentire le seguenti funzioni:
A) accesso all'immobile o alla singola unità immobiliare
B) fruibilità dell'alloggio

La domanda di contributo può riguardare una sola opera o più interventi sullo stesso immobile. Per maggiori informazioni leggi il Promemoria contributi legge n. 13/89

Documentazione
Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:
- certificato medico in carta libera che indichi l'handicap.
Il certificato medico può essere redatto e sottoscritto da qualsiasi medico; deve attestare l'invalidità del richiedente, precisando da quali patologie dipende e quali obiettive difficoltà alla mobilità ne discendono, con specificazione, ove occorre, che l'invalidità si concreta in una menomazione o limitazione funzionale permanente;
- copia certificato A.U.S.L. o di altra commissione pubblica attestante l'invalidità totale con difficoltà di deambulazione (qualora ci si trovi in presenza di invalidità totale con difficoltà di deambulazione, per potersi avvalere della precedenza nella graduatoria);
- fotocopia del verbale di assemblea del condominio (da allegare solo nel caso in cui le barriere da eliminare siano presenti in parti comuni del condominio);
- benestare del proprietario dell'immobile in carta semplice (da allegare solo nel caso di alloggio occupato in qualità di affittuario);
- copia di un documento d'identità del richiedente;
- copia del valore ISEE del nucleo familiare (ai soli fini della DGR n. 171 del 17/02/2014);
- marca da bollo da Euro 16;
- a lavori eseguiti (ai fini dell'erogazione del contributo), il richiedente deve presentare copie delle fatture quietanzate.

La domanda deve contenere l'indicazione dell'intervento e della spesa presunta. Non è necessario un preventivo analitico né la provenienza dello stesso da parte di un tecnico o esperto; è sufficiente l'indicazione anche complessiva della spesa proveniente dal richiedente.

Quando e dove presentare la domanda
La domanda deve essere presentata in bollo, entro il 1° marzo di ogni anno, prima che siano iniziati i lavori per i quali si richiede il contributo.

La sede alla quale ci si deve rivolgere è:
CENTRO H - INFORMAHANDICAP
Via Ungarelli, 43 - Ferrara
Tel. 0532 903994
Fax 0532 93853
E-mail: info@centrohfe.it
Sito web: www.centroh.comune.fe.it
Orario di apertura al pubblico:
il martedì e il venerdì dalle 9:00 alle 13:00; il giovedì dalle 15:30 alle 19:00

Erogazione dei contributi
Il Comune, entro il 31 marzo di ogni anno, predispone l'elenco delle domande ammissibili a contributo e lo trasmette alla Regione Emilia Romagna che raccoglie il fabbisogno dei Comuni e ripartisce i finanziamenti disponibili.
Appena la Regione assegna le somme, il Comune provvede all'erogazione dei contributi agli aventi diritto.
Se il finanziamento concesso al Comune non è sufficiente a soddisfare tutte le richieste, hanno la priorità nell'assegnazione dei contributi, i disabili in possesso della certificazione, rilasciata dalla competente Ausl, attestante l'invalidità totale con difficoltà di deambulazione e in subordine in base alla data di presentazione della domanda.
Ai fini dell'erogazione del contributo il richiedente, a lavori eseguiti, deve presentare al Comune copie delle fatture quietanzate.

Allegati
Modulo Domanda Contributi Legge n.13-89 (post DGR 171 del 17.02.2014)(.pdf)
DGR 171 del 17.02.2014(.pdf)
Promemoria contributi legge n. 13/89(.pdf)
Legge n. 13/89(.pdf)
Circolare ministeriale 22/6/1989(.pdf)




Ultima modifica: 07-07-2016 - Revisione completa contenuti febb. 2015
REDAZIONE: URP - Informacittà
EMAIL: urp@comune.fe.it