Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > Guida ai Servizi > Casa > Bollino calore pulito
salta i contenuti principali a vai al menu

Bollino calore pulito

Dal 01/01/2015 ha avuto inizio il nuovo biennio termico 2015-2016 il cui termine è fissato al 31/12/2016 e i relativi rapporti di controllo di efficienza energetica, per impianti siti nel territorio del Comune di Ferrara, dovranno essere consegnati dai manutentori entro il 30/04/2017.
Anche per questo nuovo biennio sarà utilizzata la stessa procedura operativa del precedente biennio termico. Si veda: Calore pulito

Casa sicura
Il corretto controllo della caldaia ottimizza il riscaldamento e minimizza il rischio di incidenti o immissione di scarichi pericolosi all'interno della casa. Solo un tecnico abilitato garantisce tale sicurezza. Il controllo periodico non può essere improvvisato, svolto in autonomia o affidato a persone non abilitate.

Risparmio economico ed energetico
Una buona manutenzione riduce il consumo di combustibile. Si risparmia energia e si riceve una bolletta più leggera.
Ogni caldaia ha bisogno di scaricare i fumi della combustione nell'ambiente esterno. Una caldaia in regola brucia meno combustibile, riducendo lo scarico di fumi inquinanti nell'atmosfera.

Chi è responsabile d'impianto
- colui che a qualsiasi titolo occupa l'unità immobiliare
- l'amministratore in caso di società
- condomini con impianto centralizzato
Il responabile d'impianto affida i controlli periodici dell'impianto termico a ditte con i requisiti previsi dal Decreto Ministeriale n.37/2008.

Quali sono i controlli da effettuare
I controlli da effettuare periodicamente su un impianto termico sono di due tipi:
- il controllo ed eventuale manutenzione (generalmente chiamata "pulizia periodica");
- l'analisi dei fumi (o di combustione) che verifica il valore di rendimento della caldaia.
Entrambe, obbligatorie per legge, devono essere eseguite, rispettando le relative periodicità, da un manutentore abilitato.

Quando fare il controllo periodico
Il controllo ed eventuale manutenzione (pulizia periodica) dell'impianto tecnico deve essere effettuato normalmente almeno una volta all'anno e comunque la normativa vigente impone che debba essere osservato l'ordine nell'individuazione delle istruzioni tecniche e della periodicità da seguire, che si trova alla pagina: Tabella riepilogativa.

Quando fare i controlli di efficienza energetica (analisi dei fumi)
I controlli di efficienza energetica "analisi dei fumi " devono essere eseguiti almeno con le seguenti scadenze temporali:
a) due volte all'anno per impianti termici con potenza nominale del focolare uguale o superiore a 350 kW indipendentemente dal tipo di combustibile;
b) ogni anno per impianti funzionanti con combustibili solidi o liquidi, indipendentemente dalla potenza, ovvero per qualsiasi impianto a gas con potenza nominale del focolare uguale o superiore a 35 kW;
c) ogni due anni per gli impianti a gas con potenza nominale del focolare inferiore a 35 kW:
- con più di quattro anni di anzianità d'installazione;
- di tipo B (camera aperta) se installati all'interno di locali abitati;
d) ogni quattro anni per tutti gli altri impianti.

Si ricorda che l’analisi dei fumi è obbligatoria all’atto della prima messa in servizio di qualsiasi generatore di calore e in occasione di interventi sugli impianti termici che vadano a modificare le modalità di combustione. In presenza di tali controlli, le date in cui questi vengono eseguiti sono di riferimento per le successive scadenze.

Dopo il controllo
La ditta rilascia, al termine delle operazoni di controllo ed eventuale manutenzione e relativamente agli impianti per i quali risulta obbligatorio (nel periodo 01/01/2015-31/12/2016), effettuare almeno un'analisi dei fumi sul generatore di calore, un rapporto di controllo di efficienza energetica denominato Tipo 1(gruppi termici) sul quale appone il bollino "Calore Pulito".
Prima del 15/10/2015 venivano utilizzati i vecchi rapporti di controllo tecnico 10 e 11 e ancora prima F e G.
Il costo del bollino è pari a 5 euro (iva esclusa) e attesta il pagamento, da parte dell'utente, degli oneri relativi ai controlli. Analogo bollino viene applicato anche sul libretto di impianto per la climatizzazione che dal 15/10/2014 sostituisce i precedenti libretto di impianto e libretto di centrale.
Il libretto di impianto per la climatizzazione viene fornito: per impianti esistenti dal manutentore in occasione della manutenzione periodica e per impianti nuovi e/o sostituzione di generatori, dall’installatore.

Sarà la ditta stessa a consegnare, entro 120 giorni dalla sua redazione, all’U.O. Energia del Comune di Ferrara il rapporto di controllo di efficienza energetica completo del bollino "Calore Pulito".

Si ricorda che sono in corso di predisposizione le verifiche relative ai bienni termici precedenti. Gli impianti termici per i quali non è pervenuto il rapporto di controllo tecnico potranno essere controllati con onere a carico dell'utente.

Per maggiori informazioni: Calore pulito - obblighi di legge

Per ulteriori informazioni o chiarimenti:

U.O. Energia del Comune di Ferrara


Sei il visitatore n. 12676
Ultima modifica: 14-02-2017 - Revisione completa contenuti: mar. 2016
REDAZIONE: URP Informacittà
EMAIL: urp@comune.fe.it