Sommario sezioni

salta il link home e i social network e vai al motore di ricerca salta il motore di ricerca e vai al menu delle sezioni principali
sei in: Gli Uffici > Guida ai Servizi > Animali > Passaporto per cani, gatti e furetti
salta i contenuti principali a vai al menu

Passaporto per cani, gatti e furetti

Cosa fare

Ai fini del rilascio del passaporto, il proprietario deve presentarsi presso gli Uffici del Servizio Veterinario con:
- l’animale già identificato mediante microchip,
- il libretto sanitario riportante la vaccinazione antirabbica effettuata, che di norma ha validità di 12 mesi,
- il certificato di iscrizione all'Anagrafe Canina del comune di residenza (cani) e di avvenuta applicazione del microchip.
 

Variazioni - smarrimento

In caso di cessione dell’animale il proprietario, oltre a darne comunicazione all’Anagrafe Canina del comune di residenza, deve segnalare tale evento al Servizio Veterinario di riferimento, che provvede alla variazione sul documento.
In caso di smarrimento del passaporto, il proprietario dovrà darne comunicazione scritta al Servizio Veterinario che provvederà a fornirgli un nuovo documento.

Dove andare
 Servizio Veterinario
 

Informazioni utili

Per i movimenti tra gli stati membri dell’Unione europea inclusi Regno Unito, Irlanda, Malta, Svezia e Norvegia non è richiesta la titolazione. Per i paesi terzi (al di fuori dell’Unione Europea) le procedure variano da paese a paese: il proprietario è tenuto a informarsi presso le ambasciate o i consolati sulla normativa in vigore nel paese di destinazione in merito all’introduzione di cani o gatti a fini non commerciali. Per il rientro in Italia da alcuni paesi terzi è necessaria la titolazione degli anticorpi contro il virus della rabbia da effettuarsi prima del viaggio.
Per informazioni rivolgersi al Servizio Veterinario.



Sei il visitatore n. 10508
Ultima modifica: 26-06-2018 - Revisione completa: genn. 2018
REDAZIONE: URP
EMAIL: urp@comune.fe.it